Xajay, bestiame che è quotato a 100 MDD

Tequisquiapan, QRO. Il bestiame di Xayay, situato al rancho la laja de tequisquiapan, a Querétaro, ha 1.500 ettari di terreno, 1.000 teste di bestiame coraggioso da cui 450 sono pancia, un tavola che sembra piuttosto Laguna e circonda un anello singolare che funge da laboratorio di prova in cui la mucca Grits vengono eseguiti e un ecosistema dove vivono gli stessi Águilas, volpi, coyote e cinghiali, quei conigli, scoiattoli e, naturalmente, il re della Brava Fiesta: il Toro de Lidia.
I 70 dipendenti che salvaguardiano i 17 Empades che sono forniti in questo recinto dedicato all’educazione della Lidia Toro, che si prendono cura delle 315 nacenseties che si verificano all’anno e lottano per mantenere uno stato di salute imbattibile più di 1.000 Copie che vivono in questa casa, il cui ferro è considerato il più importante nel paese e indossa i colori verdi e rossi nella tua valuta. Conformemente a Jaime Álvarez, amministratore e sequestro del bestiame, il suo costo è di 100 milioni di dollari, che include tutto il sopra descritto e il cosiddetto ferro (che è l’identità o il marchio che hanno creato).
Il proprietario è Javier DEAD Madaleno BugAs, uno dei più prestigiosi architetti del paese, la cui azienda è responsabile del lavoro del Palazzo di Iron Palancico, che avrà un investimento di 300 milioni di dollari, oltre al centro Del Center Child Rehabilitation Telete in Oaxaca, Plaza Antara, tra molti altri.
Ma non tutto è il miele sui fiocchi, il mantenimento di una dehesa di questa dimensione ha il suo prezzo e questo spiegato dall’amministratore e appropriato Jaime Álvarez, in un’intervista con l’economista: le cucciolate del 2011 e il 2012 erano molto dure, c’erano impressionanti Droughts e ci occupiamo solo di sei eiaculazioni in ciascuna, pochissime per coprire le spese, che sono tra 3 e 4 milioni di pesos; Tuttavia, ci sono anni molto buoni, piove molto e il campo ci aiuta, c’è una maggiore fertilità e il pascolo diventa una benedizione.
L’amministratore è stato molto enfatico nelle qualità con cui Xajay conta per rimanere nel gusto del pubblico e dei bullfighter: auto-critica, trionfo un pomeriggio e l’altra anche, indossò il nastro sempre più alto e non pensare mai che tu sia arrivato , Beh, quello che seguirei sarebbe andare giù.
Anche ricordato i pomeriggi apotheosic come quello del 5 febbraio in cui il Juli ha tagliato quattro orecchie, ponce due e San Román uno, o mano a mano tra José Tomás e Arturo Macías, che ha portato uno straordinario toro all’embargo.
ha anche detto che il bestiame è uno di quelli che sono dipinti dal salto, quindi è stato suggerito e chiesto che negli ultimi berretti messicani cumissi con l’intenzione di promuoverli e che potete vedere che possono anche essere maggio.
Per quanto il bestiame è affari o hobby, il sequestro di Xayay ha detto che è: Hobby, che invece del bestiame dovrebbe essere chiamato “perdente”, per l’importo esorbitante che è speso con il denaro e che il prezzo di I suoi tori (molto quotati a 60.000 pesos ogni esemplare per i primi luoghi) è buono, non è redditizio mantenere una mandria con le sue caratteristiche, sebbene il valore in eccesso dell’intera assemblaggio del bestiame superi 100 milioni di dollari.
Xajay è stato fondato ufficialmente nel 1923, il suo proprietario, Javier DEAD Madaleno BugAs, mantiene l’ingresso una camera con l’eredità storica e trionfale che lo tiene come il ferro preferito di porti pubblici e di torero, e forse, forse come il contadino messicano di più Importante oggi Taurin.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *