Rapporto tra letteratura, pittura e musica impressionista (1a parte)

di Isabel Genovés Estrada.

La verità è che è stato È abbastanza difficile per disabilitare il soggetto in qualche modo. In linea di principio non sembrava così complicato, quanto alla fine ho fatto è relazionarli a literati e pittori impressionisti, per ragioni di amicizia, di essere persone che condividevano i propri anni, con preoccupazioni condivise o no, chissà, con Capacità di fare per raggiungere i media diversi per il resto dei mortali, le loro preoccupazioni, i bisogni e persino le loro incertezze. Alcuni dipintili e gli altri li hanno difesi in un momento di rifiuto, quando è stato cominciato qualcosa di nuovo. Sembrava interessante includere anche i musicisti, poiché è un altro aspetto artistico e in quel momento inizia un cambiamento, così come la pittura o la letteratura.

argenteuil. Édouard Manet

Impressionismo come movimento letterario è nato in Francia nella seconda metà del XIX secolo. Corrisponde all’impressionismo pittorico inaugurato in qualche modo da Manet. L’impressionismo è emerso come una reazione contro il realismo ed è stato proposto nel terreno letterario, così come nella pittura, in linea di principio le sensazioni, restando allo stesso tempo una nuova era immaginativa. Cercò di sopprimere l’elemento intellettuale e riflessivo in letteratura, causando l’identificazione dello scrittore con le qualità dell’oggetto osservato. Un romanzo impressionista presenta i suoi personaggi in una serie di dettagli, parole, reazioni, gusti e preferenze che finiscono per caratterizzarli per il lettore.

Impressionismo letterario è stato avviato in Francia Dai fratelli Goncourt, che ha pubblicato numerosi romanzi di questo tipo, e fondò la loro famosa rivista nel 1856. Octave Mirbeau è il miglior esempio del romanzo impressionista della fine del secolo. Il lavoro di Marcel Proust, per la sua costante tendenza all’evocazione e alla cattura del mondo dei sensi può essere considerato all’interno di questa tendenza. Allo stesso modo, il Teatro di Chejov, in cui la storia e le motivazioni dei personaggi sono rivelati frammentari e la trama è divisa in diversi quarti secondari, è stato considerato da alcuni critici all’interno di questo stile. In Spagna, Juan Ramón Jiménez e Azzorín, dall’inizio del XX secolo possono essere considerati come scrittori impressionisti.

The Goncourt Brothers, Edmond (1822-1870) e Jules (1830-1870) e Jules (1830-1870) Due scrittori francesi con una buona posizione economica che hanno permesso loro di dedicare i loro giorni alla letteratura e all’art. Hanno coltivato il genere storico, approfondendo nella Francia del XVIII secolo. All’interno di questo genere, l’analisi sociale si è distinta per la loro dedizione nel suo complesso. Storia della società francese durante la rivoluzione e sotto il 1854 e ritratti intimi del XVIII secolo (1857-1858), sono i suoi studi storici più importanti. Come critica d’arte hanno lasciato l’arte del XVIII secolo, scritto tra il 1859 e il 1875, una narrazione caratterizzata dalla profondità con cui affrontano la vita e il lavoro di ogni artista. La sua eredità è completata con una serie di romanzi che sono davanti al naturalismo che in seguito coltivaranno Zola. Come a Charles Demony, Sr. Filomena, Renata Mauperin, Germinia Lacerteux e Madame Gevalais hanno completato la relazione di romanzi scritti dai fratelli Goncourt. Di tutta la sua produzione, il suo diario, iniziato nel 1851 e pubblicato tra il 1887 e il 1896, costituisce un documento di prima mano per la conoscenza di questi artisti. E la dissezione acuta della vita quotidiana del suo tempo, dove hanno ritratto la vita parigina, è un’eredità interessante.

La letteratura Zola può essere contraddittoria rispetto alla sua relazione Con gli impressionisti, poiché è un autore naturalista vuole catturare la realtà cruda nei suoi romanzi, i pittori impressionisti ciò che vogliono catturare nei loro dipinti è il momento, quel momento in particolare, non è interessato alla questione sociale. È un momento sociale convulso, cerca che cerca di salire su una delle auto che portandole strettamente alla modernità, un nuovo modo di comprendere la vita. Se lo prendi o no, sarebbe un altro argomento.

Émile Zola, (1840-1902) è stato un scrittore francese è considerato il padre del naturalismo. Suo padre era italiano e la sua madre francese, era nazionalizzato francese nel 1862. Nel 1864 ha pubblicato il suo primo libro, ha detto Ninon, seguito dal romanzo autobiografico la confessione di Claude (1865). A Thérèse Rapin (1867) ha dato il primo schizzo delle sue teorie scientifiche applicate al campo narrativo. Il suo progetto più ambizioso condensa nel ciclo chiamato Les rougon-Macquart (1871-93).Il sottotitolo era HISTOIRE NATURELLE ET SOCIALE D’UNEFAMILLE SOUS LE SECONDO IMPERO, è stato un progetto ampio e importante. È un epico della natura umana in tono pessimistico. Consiste in un ciclo in cui possiamo trovare romanzi come no ben noti come Le Ventre de Paris (1874), Nae Page d’Amour (1878), Nana (1880) il romanzo della stella di Vaudeville, che ha cantato malato ma ha affascinato il Uomini, Zola è stato accuratamente documentato sui teatri, i menu del banchetto, le dimensioni delle stanze delle prostitute, ecc., Come ha fatto con ogni romanzo si avvicinava. Germinico (1885), la Terre (1887) e il Bête Humaine (1890), tra alcuni dei loro romanzi.

Un importante episodio nella tua vita è stato il tuo intervento nel caso DreyFus. Era uno scandalo politico che ha diviso l’opinione pubblica francese. Zola nel 1898 ha pubblicato J”Accue! Era un articolo che ha difeso l’onorebilità dell’ufficiale Dreyfus, contro l’ingiustizia impegnata con lui.

è stato anche un forte sostenitore dell’impressionismo, amico del gruppo di pittori tra di loro da Cézanne e Manet.

Paul Cézanne (1839-1906), “Paul può avere il genio di un grande pittore, ma non avrà mai il genio di essere. Il più piccolo ostacolo lo rende disperato. “Sei severi parole di Zola, amici giovani di Cézanne, fanno riferimento alle sue qualità umane e artistiche. Vive esclusivamente per e in pittura, è la sua unica passione. I suoi sensi sono orientati Per contemplare l’ambiente con gli occhi del pittore, studiando simultaneamente gli effetti della luce e dell’ombra in oggetti, analizzando le relazioni tra forme e colori, è un’auto-insegnata.

cursa Studi di umanità al Collège Bourbon, in Aix-en-Provence, accanto a Zola e Jean Baptiste Baille, E più tardi sarebbe un ingegnere, a scuola li chiamano “inseparabili”. Zola dice alla sua amica a causa dei versi che compongono “le mie rime possono essere più pure del tuo, ma i tuoi sono più poetiche, più probabili, scrivi con il cuore, io con la comprensione …” Ma per la comprensione … La poesia di Cézanne non è altro che un intrattenimento.

Il trio dell’inseparabile si dissolve quando nel 1858 Zola lascia Aix per spostarsi a Parigi. Con questa separazione inizia la corrispondenza tra Cézanne e Zola, in cui la sua amicizia è rafforzata e ricorda le ore passate insieme. Nel 1861, può finalmente lasciare la casa di famiglia, e parte verso Parigi, dove incontra con Zola.

La città è strana, e presto inizia a pensare di abbandonarlo. Defraudato dalla letargia di Cézanne, Zola inventa un trucco per prevenire il suo amico di abbandonare Parigi, ti offre dipingere il suo ritratto. Accesso a Cézanne, ma il il risultato è così scoraggiante, che distrugge il ritratto. Nel mese di settembre, dopo Se hai negato l’accesso a Ecole des Beaux-Arts, Cézanne ritorna ad Aix.

Ritratto di Louis-Auguste Cézanne

nel 1866 vernice ritratto di Louis-Auguste Cézanne è suo padre che legge l’Evénement che non era il giornale che suo padre ha letto, Ma in cui Zola scrisse regolarmente articoli in difesa dei giovani pittori intorno a Manet, e ha anche indicato con la Hall of Hall del 1866.

Lettura su Cézanne, è successo a Io una cosa curiosa, ho trovato due immagini con lo stesso titolo, dipinte alla stessa data con lo stesso argomento ma dipinto in un modo diverso, è Paul Alexis leggendo un manoscritto a Zola datato 1869-70, è un olio su Tela in cui è possibile vedere che Cézanne non era alieno all’influenza giapponese, decisiva nella scena artistica francese della seconda metà del secolo. La composizione di questo dipinto deve entrambi e Manet, che prende la sovrapposizione netta di aerei chiari e scuri. Così come la messa a punto di riempimento e il pennellato che si osserva, ad esempio, nel manoscritto che sostiene Alexis. Zola seduta nel giardino della sua casa parigina, hai visto una specie di kimono che sottolinea l’influenza orientale.

L’altro tela con lo stesso argomento è la lettura di Paul Alexis alla casa di Zola datata 1869-70 come precedente. In evidenza il contrasto di clacuro e rosso con verde, mostra Emile Zola con il suo segretario Paolo Alexis, giornalista, scrittore e amico di Cézanne de Aix. Questa immagine sviluppa la scena all’interno della casa di Zola, eppure è qui che viene data l’esplosione del colore, in contrasto con quella precedente in un giardino all’aperto. È lo stesso argomento trattata in modo diverso, ma non come Moneta doveva provare a catturare la stessa immagine, ma in un momento diverso per catturare la luce. Cézanne, utilizza lo stesso argomento e una composizione diversa.

di Émile Zola, il suo grande amico di Aix e la prima era Paris, è stato distanziato molto tempo fa. La sua stretta relazione si è raffreddata. La famosa vita praticata da Zola, ora uno scrittore di successo, la lussuosa decorazione della sua casa a Médan, ha dovuto respingere un po ‘a Cézanne, che portava un’esistenza umile e non amante. Tuttavia, Cézanne continua a visitare Zola, ea volte spende intere settimane a Médan. Ma nel marzo del 1886 la rottura definitiva arriva tra i due, con la pubblicazione del romanzo di Zola L’Oevre, dove il protagonista del lavoro, Claude Lantier, un artista che fallisce nella realizzazione del suo lavoro e del suo suicidio, ha caratteristiche inconfondibili di La persona di Cézanne. Il pittore doveva sentirsi profondamente ferito nel suo orgoglio. Legge il romanzo come un processo inappropriato sul proprio dipinto e mette fine alle sue relazioni con l’amica d’infanzia attraverso una lettera datata il 4 aprile 1886.

Art Giocato in il secondo impero un ruolo prominente e luminoso. Una ricca letteratura era stata sviluppata in cui, insieme a scrittori di abbondanti produzioni e poeti squisiti, autori realistici e critici come Gustave Flaubert e Zola sono stati anche persistenti. I teatri erano pieni di un pubblico ansioso per godersi i pezzi di Victorien Sardou e Alexandre Dumas figlio. Operetas di Jacques Offenbach, concerti, opere e balletti offriti dalla borghesia hanno ospitato una produzione enorme e variegata per la gioia di visione e il suo orecchio. A Parigi, un’architettura sontuosa è stata estesa che amava decorare con forme barocche. Il perfetto barone Eugène Hausmann ha introdotto una profonda riforma nell’aspetto della città. Si alzavano lunghe e magnifica strade, splendidi edifici di abitazioni ed entità come la Grande Opera, ma anche la gigantesca struttura del ferro e del vetro del mercato di Les Halles, il Barriga de Paris. Scultori come Jean-Baptiste Carpeaux ha creato le sculture appropriate per la Pomp Neobarroca. Un’infinità dei pittori ha fornito il riflesso colorato del benessere borghese sotto forma di grafici eseguiti con molti toni, che hanno causato sensazioni piacevoli, dipinti estremamente rispettosi o audacia seducenti per sale e cassettiere, teatri e ristoranti anterosi, dove la migliore società.

L’Academy of Bel Arts ha organizzato una mostra ogni anno, la “stanza”. Una giuria, composta per lo più di prestigiosi professori dell’Accademia, ha selezionato circa duemilacinquecento o ancora più prodotti dello sforzo artistico, e il pubblico desiderato da acquistare, fidato del criterio di tale tribunale.

Con tutto questo ciò che voglio evidenziare, è quel borghese La società è quella che potevo comprare e comprare arte, è stato quello che è venuto a teatro e l’opera, era in realtà un cerchio chiuso e tutto è saltato l’uno dall’altro, ad esempio le commissioni. Sono cerchi che è accettato Si sentono l’un l’altro come lo scrittore realistico Edmond Duranty che ha detto degli impressionisti: “Il nuovo dipinto, difendendo la rappresentazione della vita attuale, quotidiana, la pittura all’aperto e l’assorbimento del momento.”

In questo contesto, non è sorprendente perché Zola lo ha presentato a rinnovare il suo editore, Georges Cappiere, che gli ha commissionato un ritratto di sua moglie con i suoi figli, così come alcuni murales. Grazie a questo Renoir personalizzato, è stato in grado di noleggiare una casa a Montmartre e utilizzare come studio all’aperto un giardino incurante che aveva. Le relazioni sono ripetute, penso che in questo momento.

gli impressionisti amavano riflettere i loro modelli in un’atmosfera privata e intima, in una postura non cercata, forse quella è il motivo per cui abbandonarono le abitudini della composizione pittorica classica e bilanciata e accentuate come un momento casual e momentaneo catturato.

Mrs. Charpentier

Mrs. Capentier con le sue figlie figlie nel 1878, Renoir plasma alla distinta signora con disattivata disattivata, Insieme alle sue figlie che sembrano bambole, ma hanno una posizione e un’espressione sulla faccia infantile e spensierata. La composizione è piramidale incluso il cane, spostata obliquamente nella stanza. È uno schema classico, eppure sembra un po ‘stravagante, la grande superficie vuota della parte anteriore, mediante la quale si ottiene una tensione di asimmetria quando si distribuisce l’immagine, rivela, così come la grande biombe con calcio e tacchini, la predilezione di estetica moderna da arte giapponese con i suoi effetti decorativi capricciosi.

Renoir non ha partecipato a Japonismo, ma qui quando voleva riflettere la disposizione del soggiorno di quella casa, non potevo aiutarlo. Unito alla luminosità del Biombo con la ricchezza di fiori, tende, fodera di divano e vestiti per bambini una raffinata vita ancora piena di gusto, in cui il contrasto bianco del vestito della donna e la pelle del cane come predominante. Per rinnovare il bianco e il nero non sono mai morti o colori invariabili.

Le ragazze sono i più naturali nel ritratto del carpentiere. Renoir creato in quegli anni molti dipinti per bambini, avevano una sensibilità per la freschezza della pelle infantile.

Pierre-Auguste Renoir (1841-1919), ha detto di questa tela “La signora Carpentier mi ricorda il mio amore per la giovinezza, i modelli Fragonard, la figlia ha avuto belle fossette. Ho ricevuto molte congratulazioni. Ho dimenticato gli attacchi dei giornali. Ha posseduto modelli gratuiti di buona volontà”.

Claude Monet (1840-1926), nel 1873 Poppie fotografiche in Argenteuil e Zola scrive: “Come una vera Parigi, è stata con te, non può dipingere un paesaggio senza entrare in loro signore e signori bene vestito. La natura sembra perdere interesse per lui se non porta il sigillo delle nostre usanze vitale. Ma nel corso degli anni le figure dei loro paesaggi scompaiono, e i segni della civiltà cedono il posto a una pura impressione della natura. ” Con questi commenti Zola fa una cronologia dello sviluppo degli impressionisti e della loro evoluzione nel tempo …

Continua a leggere …

Rapporto tra letteratura, pittura e musica impressionista (2a parte)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *