Quando le religioni influenzano la vaccinazione

sfruttando il vantaggio del successo di Israele nella sua campagna di vaccinazione, molti in quel paese sono stati invitati se il vaccino è kosher (adatto o adatto per il consumo). E la domanda non è certamente non Baladi: molti vaccini usano derivati di maiale, un animale proibito per il consumo sia di giudaismo che in Islam. Ma in questo caso, in quanto non riguarda il consumo, ma di un’iniezione, i rabbini hanno dichiarato che “Secondo la legge ebraica, il divieto di consumare il maiale si applica solo quando è per cibo o costumi. Se la sostanza viene iniettata invece di mangiare , non esiste un divieto e, quindi, non ci sono problemi, e questo è particolarmente il caso riguardo alla prevenzione delle malattie. “

Mentre la popolazione ebraica globalmente non è molto alta (non raggiunge 15 milioni ), I musulmani sono una parte importante della popolazione globale: 1.800 milioni. Recentemente l’Indonesia, il paese con la più grande popolazione musulmana, dichiarata Halal il vaccino, cioè, adatto alla sua legge.

La presente decisione è certamente importante poiché in molte province indonesiane, come Aceh, l’80% rifiuta tutto Vaccini a causa delle preoccupazioni per l’uso di suini, o dei loro derivati, per fabbricare loro.

Ma la storia del rifiuto del vaccino in alcuni paesi con una maggioranza musulmana torna indietro molto più indietro. E non senza polemiche. Nel 2003 i magneti nigeriani hanno consigliato i loro follower (oltre 85 milioni) che non vaccino i loro figli con il vaccino antipoometetico orale poiché dietro questo nascondeva una trama per ridurre la fertilità musulmana. Il risultato? Nel 2006 la Nigeria rappresentava più della metà di tutte le nuove casse di polio in tutto il mondo.

L’idea della trama è stata ripetuta in Pakistan e in Afghanistan. Alcuni talebani emettono irregolari che oppongono alla vaccinazione e ravvicinati, hanno battuto e ucciso i funzionari di vaccinazione. Il problema era che cinque anni dopo, la CIA non ha avuto un’idea migliore che fingere una campagna di vaccinazione per cercare di individuare Osama Bin Laden, alimentando logicamente la paranoia. Da allora, la CIA ha promesso di non aver nuovamente creato questo tipo di manovre. Se hai soddisfatto, è qualcosa che ignoriamo.

Ma ci sono stati casi di ripensamento successivo. La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, ad esempio, ha reso la vaccinazione un’iniziativa ufficiale nel suo programma di aiuti umanitari. D’altra parte, i Testimoni di Geova, che nel 1931 proibiscono ai loro membri di ricevere vaccini, revocò il mandato 20 anni dopo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *