qinna (Italiano)

Come cinese capito, la lotta è diventata una scienza raffinata, migliorato dal colpo o dalla presa di zone anatomicamente vulnerabili, la presa di tendini o i vasi sanguigni e l’immobilizzazione o la dislocazione delle articolazioni. C’è un’ipotesi che Qinna, che significa “catturare o afferrare e sostenere o controllare”, serviva come la prima forma di autodifesa in Cina molto prima dello sviluppo del Quanfa. Il Qinna incarna i principi di afferrare e controllando un avversario senza gravemente ferirlo a meno che non sia assolutamente necessario.
Comprensione dei principi di Qinna, come applicato a Karatedo, inizia costruendo una base di tecnica di base e imparando la corretta applicazione della forza. L’efficacia del Qinna dipende ampiamente dalla comprensione della quantità di forza da applicare, la sua direzione e il modo di applicarlo. Senza una base forte nelle basi, Qinna non può essere utilizzata in modo efficace. Poiché il Qinna è un deterrente per frustrare e controllare potenziali aggressori, per secoli è servito come un complemento pratico per gli agenti di pace a vari livelli di ordine pubblico. Nella pratica di Quanfa, Qinna rappresenta il principio di domanda per ogni tecnica di cui Quan consiste. A Toudi-Jutsu (le discipline basate sulla Cina di autodifesa una volta coltivate energicamente nella vecchia Okinawa) questa pratica è stata chiamata Bunkai.
Il moderno Giapponese Karatedo ha diffuso conto speciali nel tentativo di isolare i componenti specifici del Bunkai-Jutsu Negli ultimi tempi: Torite (Tuidi a Hogan (SIC) Okinawense), afferrare con le tue mani; Kyusho-Jutsu, tecniche per attaccare i punti vitali; Tegumi, lotta delle mani; Kansetsu-waza, dislocazione delle articolazioni; Shime-waza, tecniche di strangi; E Atemi-Waza, Tocca Tecniches.
In sostanza, Qinna riunisce tutti quei principi della sottomissione fisica coltivati attraverso generazioni incalcolabili di esperienza pratica, e probabilmente a spese di innumerevoli vite umane. Il Qinna ospita i principi delle ossa contorcenti, le articolazioni immobilizzanti e la separazione dei tendini dall’osso; la presa, la manipolazione e / o il colpo di plemi del nervo, arterie e / o altri punti anatomicamente vulnerabili; strangolazioni respiratorie e del sangue; Blow Sharpener (progettato per causare shock negli organi non protetti dalla scatola toracica) che rompono vene e arterie (attacchi al sistema circolatorio); combattere, demolizioni, proiezioni, contro e fuggi; e combinazioni di loro.
Oltre alla nostra complessa rete di nervi, il corpo umano è costituito da organi, ossa, tendini e collaterale, irrigati da arterie e vene. Il movimento di una persona può essere ridotto se le loro ossa, tendini o collaterali sono state gravemente danneggiate. Inoltre, se il flusso sanguigno o l’aria sono stati danneggiati, o soffre di sofferenza sufficiente, perderà anche la coscienza. Colpire i punti vitali significa semplicemente chiudere le linee di comunicazione causando dolore o tagliare i percorsi di trasporto del sangue e dell’aria. Blocca gli organi perforatrici, progettati per causare shock in quegli organi non protetti dalla scatola toracica, e le tecniche progettate per rompere le vene e le arterie, chiamate attacchi sul sistema circolatorio, hanno lo stesso scopo. Un codice di condotta che è stato trasmesso dai tempi antichi e che razionalizzato il proprio comportamento dice qualcosa del genere: “Evitare di combattere a tutti i costi; tuttavia, quando non c’è nessuna altra opzione disponibile, fa male invece di essere ferito, mutila prima di essere mutilato , uccide prima di ucciderti “.
Risultato delle prove indicibili, ogni principio di Qinna è stato ingegnosamente concepito nel tentativo di neutralizzare la capacità di attacco di un avversario che infizzerava le estremità (paralisi), lasciandolo inconscio (neurologico), lasciandolo incosciente (neurologico), o addirittura uccidere (punti mortali), da sottomettersi ad un avversario.
Il distintivo di qualsiasi stile ortodosso di Quanfa sono le caratteristiche del loro animale (forma) animale e l’interpretazione dei loro principi Qinna. Rappresentando l’esperienza di autodifesa originale del creatore di uno stile, l’applicazione dei principi di Qinna varia da stile in stile. Influenzato dalle persone più responsabili per trasmettere una tradizione, i principi di applicazione spesso variano a seconda delle specialità dello stile o del loro insegnante. Potenti soffitti di pugno, inchiodare le dita, l’intestazione, l’utilizzo del ginocchio e le calze o le combinazioni di loro migliorano le convenzionali applicazioni Qinna.

Shotokan Karateo

Condividi questo:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *