Pedro Armendáriz (Italiano)

è stato scoperto dal regista Miguel Zacarías quando Armendáriz ha recitato il Monologo di Amleto a un turista americano. Ha filmato il suo primo film María Elena all’età di 22 anni, e da allora ha agito in dozzine di film alternando il cinema messicano con l’americano perché ha parlato perfettamente la lingua inglese.

L’attore preferito di Emilio Fernández, con chi io farebbe alcuni dei tuoi migliori nastri come sono puro messicano (1941), Flor Silvestre (1942), María Candelaria (1943), Bugambilia (1945), in Amore (1946), La Perla (1947) e Maclovia (1948), Alternare con figure come mitico come Dolores del Río e María Felix.

Sotto la direzione di Emilio Fernández, Pedro Argendáriz ha sviluppato le caratteristiche della personalità cinematografica che lo caratterizzerebbe: duro e uomo, indigeno, contadini e uomini rivoluzionari .

Armendariz raffigurato ripetutamente Villa Pancho e interagita con attrici come il fiume e il dolore del fiume e María Felix.

Con il dolore al fiume, Armendáriz formava una delle coppie più leggendarie del cinema messicano. María Candelaria ha dato la visibilità internazionale di Argendariz. Il film è stato premiato con il Golden Palm al Festival di Cannes del cinema del 1946. Altri titoli di spicco in cui ARMENDÁRIZ è apparso con Dolores del Río erano gli abbandonati (1944), Bugambilia (1944) e La Malquerida (1949). María Felix era il suo altro compagno in film come innamorati (1946) o Maclovia (1948).

Alla fine degli anni ’40, salta Hollywood dalla mano di John Ford. ARMENDÁRIZ è stato uno dei preferiti di questo regista, e apparve tra tre dei suoi film: il FUGITIVO (1947), Fort Apache e 3 Godfathers (entrambi del 1948).

ha partecipato a produzioni di Francia, Spagna, Italia e Inghilterra. A Hollywood, il suo lavoro era famoso in nastri come Fort Apache (1948), e agli ordini di John Huston o Michael Curtiz. ARMENDÁRIZ ha parlato fluentemente sia spagnolo che inglese.

I tuoi altri film in evidenza a Hollywood erano: eravamo estranei (1949, diretta da John Huston), la torcia (1950), Border River (1954), il conquistatore ( 1956) e Diane (1956), tra gli altri. In Europa, ha sottolineato la sua partecipazione al film Lucrèce Borgia (1953), girato in Francia. In Messico, la sua partecipazione si è distinta nei film notevoli come il Gross (1953, diretto da Luis Buñuel), lo scarafaggio (1959) e il Bandito (1962).

Nel 1956 ha partecipato al film Purtroppo famoso il conquistatore, prodotto da Howard Hughes. Questo nastro è stato girato nello Utah, vicino al sito in cui il governo degli Stati Uniti aveva eseguito test nucleari nello stato limitrofo del Nevada. Apparentemente, la radioattività ha colpito molti degli attori partecipanti del lungometraggio, che morirebbero il cancro più tardi.

In un periodo di 25 anni, 91 delle 220 persone coinvolte nella produzione del cancro del cinema e 46 di questi sono morti a seguito di questa malattia, compresi gli attori di John Wayne (stomaco e cancro al polmone), Susan Hayward (Cancro del cervello), Agnes Moorehead (Cancro di Uterine), John Hoyt (cancro del polmone). Oltre a questi, il direttore del film, Dick Powell (Cancro dei linfonodi) e il doppio Chuck Robertson.

Pilar Wayne, la vedova di John Wayne, ha scritto nella sua autobiografia che non credeva che la radiazione fosse coinvolta nella morte del popolo associato al film. Affermava che aveva visitato il set molte volte, mentre altri avevano fatto, e lui ha fatto, senza ammalarsi. Invece, credeva che la morte di suo marito e quella degli altri fosse solo il tabacco.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *