La battaglia di Midway, la vittoria alleata nel Pacifico

L’attacco giapponese sulla base navale di Pearl Harbor (Hawaii), il 7 dicembre 1941, ha provocato l’ingresso degli Stati Uniti nel secondo Guerra mondiale. Cinque mesi dopo, le cose non stavano andando bene per gli alleati presso il Pacific Operations Theatre: L’impero del Giappone, uno dei tre grandi potenze dell’asse accanto alla Germania nazista e all’Italia fascista, Victoria ha raccolto Victoria e aveva preso le Filippine, Britannico Malesia, Singapore e Indie orientali olandesi (attuale Indonesia). Ma a maggio ha sofferto il suo primo retromarcio, nella battaglia del mare di corallo, e il peggio doveva ancora venire: a metà strada avrebbe dato il tasto con il potere giapponese.

La battaglia di Midway era un conflitto Consegnato tra il 4 giugno e il 7 giugno 1942 in cui le forze aeree statunitensi hanno arrestato il tentativo giapponese di invadere l’atollo di Midway, dove gli Stati Uniti avevano una base militare. La sconfitta giapponese era un serio ostacolo per i suoi piani di espansione per il resto del Pacifico ed è stato un punto di svolta nel set della seconda guerra mondiale. Per questo motivo, a metà strada è generalmente considerata la più importante battaglia della guerra del Pacifico. Sebbene entrambe le parti hanno subito perdite, quelle del Giappone erano grandi: 4 vettori, un pesante crociera, 248 aerei e oltre 3.000 uomini.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *