Juan Amos iniziò

Juan Amos Comic è nato nella regione della Moravia il 28 marzo 1592, in un momento che nel continente europeo fosse caratterizzato da profondi crepe tra cattolicesimo e protestantesimo che ho diviso in due campi opposti. La Moravia era al limite di questi due campi, quindi gli scontri sono diventati più intensi lì. E il risultato di quegli equivoci è stata la guerra trentennale, liberata in Europa nella prima metà del diciassettesimo secolo.

Naturalmente, tutti gli eventi influenzati dalla vita di John Amos iniziò. La sua infanzia ha avuto luogo nei pittoreschi villaggi del Sud Moravia, essendo segnato dalla morte prematura dei suoi genitori, vittime, apparentemente, un’epidemia di colera. Dall’orfano Juan, che aveva almeno 12 anni, i suoi parenti che lo hanno mandato a studiare in una scuola dell’unità dei fratelli cechi. Questa è stata una delle confessioni protestanti che si era poi prorogata dal Regno della Boemia e che apparteneva anche alla famiglia di Comencia.

Ho iniziato è stato molto studente quindi è riuscito in seguito a concludere la sua formazione professionale nelle università di Le città tedesche di Herborn e Heildelberg. Al ritorno nella sua patria, ha lavorato come insegnante e allo stesso tempo ha iniziato a scrivere opere dedicate alla pedagogia. Il suo primo libro di pedagogia “Simple Grammar Presept” che ha pubblicato a Praga nel 1616, purtroppo non è stato conservato.

IT 1618 Bilancio è stato ordinato sacerdote dell’Unione dei fratelli cechi e ha continuato a dirigere la scuola E il nucleo dell’Unione nella città di Morava di Fulnek. Tuttavia, sarebbe presto costretto ad abbandonare solo quella città, ma anche la sua patria.

Nel 1620, la battaglia della montagna bianca si è svolta accanto a Praga, in cui gli eserciti delle proprietà protestanti ceche Chi aveva voluto stabilire una costituzione che ha diviso il potere nelle terre ceche tra loro e il sovrano. Con la battaglia della montagna bianca, iniziò la conseguente ricatalizzazione del regno di Boemia.

Juan Amos Comenio ha vissuto un po ‘di tempo nascosto, ma più tardi, non essere costretto a diventare cattolicesimo, decise ai suoi 36 anni Lasciando la sua amata patria. Quindi non riuscivo a immaginare che sarebbe per sempre …

quasi trent’anni vissuti in Polonia, nella città di Leszno, dedicandosi ai suoi ambiziosi progetti di riforma didattica. Era precisamente a Leszno, dove è stato elaborato diversi metodi di pedagogia innovativi, molti di quelli che rimangono utilizzati aggiornati.

Juan Amos Amos Comenio continua anche a scrivere. Di quel momento arriva, ad esempio, il suo lavoro “Yanua”, una specie di enciclopedia linguistica che stava cercando di creare un sistema di conoscenze uniche e una vita pratica alla vita pratica, usando l’eredità sia del umanesimo cattolico che protestante e che presto ha fatto il suo autore In tutta Europa.

Comitato è stato invitato ad aiutare nella riforma dell’insegnamento in Inghilterra, un paese che in quel momento, insieme alla Svezia e ai Paesi Bassi, era un aiuto maggiore ai protestanti cechi in esilio. In Inghilterra Juan Amos Comic ha iniziato a scrivere il “Consiglio Generale sul miglioramento delle cose umane” e scrivere il suo lavoro più ampio “linguaggio di Novaísimo”. In esso, oltre a sviluppare il metodo di insegnamento della lingua, ho iniziato alzato la questione dell’esistenza di un linguaggio universale.

Ho iniziato anche a vivere un po ‘di tempo in Svezia e Ungheria, per tornare più tardi di nuovo in Polonia, perché La pace della Vestfalia che ha portato fine alla guerra dei trent’anni, accecava le sue speranze e quella degli altri protestanti cechi nell’esilio di poter tornare in patria.

Iniziato è stato dedicato alla riforma di insegnamento in diversi paesi e ha continuato a scrivere. In Ungheria vide Luz un altro famoso lavoro del suo “Orbis Pictus”, “il mondo in immagini” in cui ha sottolineato la necessità di accompagnare la teoria nell’insegnamento con la pratica.

Gli ultimi 14 anni della sua vita , Ho iniziato nei Paesi Bassi, ad Amsterdam, in uno sviluppo di attività per l’Unione dei fratelli cechi e scrivendo libri di teologia e filosofia. Ad Amsterdam ha pubblicato il suo lavoro “Didattica Magna”, in cui ha sviluppato l’idea di insegnamento universale, che porterà alla riforma della società in generale.

Juan Amos Amos Comenio è morto ad Amsterdam il 15 novembre , 1670. Il suo mortale rimane nella città olandese di Naarden, lontano dalla sua patria. Ma l’eredità di Juan Amos Comenio è ancora presente nella Repubblica Ceca. Come ispirazione, concludiamo questa narrazione con le parole di Juan Amos, cominciamo che “la testa e il cervello non possono funzionare senza il cuore, né senza le mani e l’operosità di questi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *