John Bolton, un cespuglio di ultra de la era

L’Ardor Guerrero ha dominato Washington con l’arrivo di John Bolton. Il nuovo consigliere nazionale di sicurezza è più che un falco conservatore, è stato uno dei nomi più importanti nell’invasione infruttuosa dell’Iraq di George W. Bush. Sostenitore di rottura dell’accordo nucleare con l’Iran, ha difeso un attacco preventivo nella Corea del Nord e, quando era nell’amministrazione nel 2002, accusato Cuba di aver sviluppato armi biologiche.

Bolton, 69, Era Ambasciatore di George W. Bush all’ONU per poco più di un anno, tra l’agosto 2005 e dicembre 2006. Ha dovuto dimettersi quando i democratici hanno battuto nelle elezioni legislative dell’anno precedente e raggiunsero abbastanza forza nel Senato per non rinnovare il tuo mandato . Prima di aver servito quattro anni nel Dipartimento di Stato – come segretario assistente per il controllo delle armi e la sicurezza internazionale – circondata dal suo controverso stile autoritario e da gravi accuse, quelle di pressatura degli specialisti dell’intelligence per ottenere dati che avrebbero giustificare le loro accuse di Hawk. Anche alcuni repubblicani moderati hanno voltato le spalle al Congresso.

Quando gli Stati Uniti e la Corea del Nord stanno negoziando l’inizio dei negoziati storici, Donald Trump ha scelto un duro bellicista, una decisione paradossale che solo lui comprende nello spirito di contraddizione che coinvolge questo governo. Il sostituto dell’HR McMaster è stato un forte difensore dell’invasione dell’Iraq – “crediamo con fiducia che Saddam Hussein ha armi nascoste della distruzione di massa,” disse nel 2002 – e la prova successiva che gli Stati Uniti avessero sbagliato ., poiché nel 2015 continuava a dire che l’intervento di rovesciare Hussein aveva ne pensato.

Nato a Baltimora e dottorato in giurisprudenza da Yale, Bolton era già stato considerato per la posizione del consulente di sicurezza nazionale nel fase embrionale dell’amministrazione Trump, quando il magnate di New York ha spazzato il nome del suo team dal suo quinto ufficio a New York, quando era appena stato eletto presidente. Ha anche mescolato il suo nome il suo segretario di stato, ma il presidente eletto optato per un profilo più moderato (caduto anche in disgrazia Rex Tillerson).

Tuttavia, per mesi, Bolton consisteva in modo informale del nuovo governo, anche se il passato Agosto si è lamentato pubblicamente di aver perso accesso diretto a Trump a causa di “cambiamenti del personale”, poco dopo il generale John Kelly divenne capo gabinetto e cominciò a controllare l’agenda presidenziale. Così, l’esembajor ha optato per pubblicare un articolo in cui ha difeso quello che volevo dire a Trump di persona, che lasciano l’alleanza nucleare con l’Iran dovrebbe essere “la priorità diplomatica principale” di Washington.

L’episodio parla sui media e la personalità combattiva di Bolton, che giovedì è entrata ad antenna a Fox, solo 45 minuti dopo che il suo appuntamento è stato annunciato, anche se ha preso palle su molte questioni, come possibile discrepanze con altri profili più moderati di quanto rimangono nel primo linea del governo, come la testa del Pentagono, Jim Mattis. Nell’intervista ha promesso di essere “un onesto Brocker” che offre al presidente diverse possibilità di azione.

Trump deve decidere a maggio se Rinnova l’accordo con l’Iran e, probabilmente prima, sarà conosciuto se quell’incontro storico con il dittatore nordcoreano, Kim Jong-A. In un articolo pubblicato nel Wall Street Journal questo stesso mese Bolton ha mostrato la sua posizione in tal senso: “È perfettamente legittimo che gli Stati Uniti attaccino prima a rispondere al rischio di armi nucleari coreane settentrionali”. A proposito dell’Iran ha detto che “un’azione militare di Israele potrebbe essere il modo di fermare il programma nucleare dell’Iran.”

Bolton ha sempre mantenuto un discorso pericoloso su entrambi i paesi e ha portato i negoziati per l’amministrazione del figlio Bush potrebbe ritirarsi dal trattato di antiritesili balistici, che Nixon promosso nel 1972, per essere in grado di svilupparsi, privi di legami, uno scudo anti-missile. Ha anche scritto libri con titoli descrittivi della sua ideologia, poiché l’arrendetura non è un’opzione : Difendi l’America nelle Nazioni Unite e all’estero o come Barack Obama sta permanendo la nostra sovranità nazionale e negli ultimi anni è stato profuso come analista presso la volpe e pensa che Tank Conservative American Enterprise Institute (AEI).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *