Jenkins – Guida rapida

Jenkins Tutorial 2020-11-19 06:42:42

Jenkins – Guida alla Guida alla Rapida Jenkins – Presentazione Perché Jenkins? Jenkins è un software che consente un’integrazione continua. Jenkins verrà installato su un server in cui verrà eseguita la compilazione centrale. Il seguente diagramma di flusso illustra un flusso di lavoro molto semplice di come funziona Jenkins. con Jenkins, a volte possiamo anche vedere l’Associazione Hudson. Hudson è uno strumento di integrazione continuo Java Code aperto molto popolare sviluppato da Sun Microsystems che è stato quindi acquisito da Oracle. Dopo l’acquisizione di Sun di Oracle, è stata creata una biforcazione dal codice sorgente di Hudson, che ha portato all’introduzione di Jenkins. Cos’è l’integrazione continua? L’integrazione continua è uno sviluppo pratico che richiede agli sviluppatori di integrare il codice in un repository condiviso a intervalli regolari. Questo concetto ha intenzione di eliminare il problema di cercare problemi più tardi. Nel ciclo di vita della costruzione. L’integrazione continua richiede agli sviluppatori di avere frequenti compilation. La pratica comune è che ogni volta che si verifica una convalida del codice, è necessario attivare una compilazione. Requisiti di sistema JDK JDK JDK 1.5 o superiore Memory 2 GB RAM (consigliato) spazio su disco Non ci sono requisiti minimi. Si noti che, poiché tutte le compilazioni sono memorizzate in macchine Jenkins, è necessario adottare la cura per garantire che sia disponibile sufficiente spazio su disco disponibile per la conservazione della compilation. La versione del sistema operativo Jenkins può essere installato in Windows, Ubuntu / Debian, Red Hat / Fedora / Centos, Mac OS X, OpenSuse, FreeBSD, OpenBSD, Gentoo. Contenitore Java Il file di guerra può essere eseguito in qualsiasi contenitore che AdMitaservlet 2.4 / JSP 2.0 o successivo. (Ad esempio, il nome è Tomcat 5). Jenkins – Installazione Scarica Jenkins Il sito ufficiale di Jenkins è Jenkins. Se fai clic sul collegamento specificato, puoi andare alla pagina iniziale del sito ufficiale di Jenkins come mostrato di seguito.Per impostazione predefinita, l’ultima versione e la versione di supporto a lungo termine saranno disponibili per il download. Le versioni precedenti sono disponibili anche per il download Fare clic sulla scheda Versione di supporto a lungo termine nella sezione Download.clicca sul link “precedente ma stabile” per scaricare il file WAR Jenkins. Avvio di Jenkins Apri il comando rapido. Dal simbolo del sistema, modificare la directory che contiene il file Jenkins.war. Esegui il seguente comando D: > java -jar jenkins.war dopo aver eseguito il comando, D: > java -jar jenkins.war in esecuzione Da: D: jenkins.war webroot: $ user.home / .jenkins 29 settembre 2015 4:10:46 p. m. Winstone. Logger di loginformazione interna: inizio dell’estrazione del file di guerra Quando l’elaborazione è completata senza errori importanti, la riga successiva apparirà all’uscita del simbolo del sistema. Info: Jenkins è in pieno funzionamento Accesso a Jenkins Una volta in esecuzione Jenkins, è possibile accedere a Jenkins dal link – http://localhost:””8080 Questo link mostrerà il pannello Jenkins.

Jenkins: configurazione Tomcat I seguenti prerequisiti devono essere soddisfatti per configurare Jenkins Tomcat. Passaggio 1: controllare l’installazione Java per verificare l’installazione Java, Abravaya alla console ed eseguire il seguente comando Java. Comando operativo comando comando Windows Apri console di comando > Java -version Linux Open Command Terminal $ Java -Version Se Java è installato correttamente nel sistema, è necessario ottenere uno dei seguenti risultati, in base a La piattaforma in cui stai lavorando. OK Versione Windows Java “1.7.0_60” Java Execution Ambiente (TM) SE (compilation 1.7.0_60-B19) A 64 bit Java Server Hotspot (TM) Virtual Machine virtuale (Build 24.60-B09), modalità mista) Versione Linux Java “1.7 .0_25 “Aprire l’ambiente di esecuzione JDK (RHEL-2.3.10.4.el6_4-X86_64) Aprire il server JDK Server Virtual Machine 64 bit (Compilazione 23.7-B01, modalità mista) Supponiamo che i lettori di questo tutorial abbiano installato Java 1.7 .0_60 nel tuo sistema Prima di continuare con questo tutorial. Nel caso in cui non si dispone di Java JDK, è possibile scaricarlo dall’oracolo “Passaggio 2: Verificare l’installazione Java Impostare la variabile di ambientamento Java_Home per puntare al percorso della Directory Home in cui Java è installato sulla macchina. Ad esempio, fuori Windows stabilisce il Variabile D “Java_Home in C: Java Programfiles JDK1.7.0_60 Linux Export Java_Home = / usr / locale / java-corrente Aggiungi il percorso completo dalla posizione del compilatore Java al percorso del sistema.OK Windows aggiungi la catena; C: file di programma Java JDK1.7.0_60 Bin alla fine del percorso della variabile del percorso. Percorso di esportazione Linux = $ Path: $ Java_Home / Bin / Controllare il comando Java-Version del comando come spiegato sopra. Passaggio 3: Scarica Tomcat Il sito Web ufficiale Tomcat è Tomcat. Se fai clic sul collegamento specificato, puoi andare alla home page del sito ufficiale Tomcat come mostrato di seguito.Vai al collegamento https: //tomcat.apache.org/download-70.CGI “per scaricare per Tomcat.Vai alla sezione “Distribuzioni binarie”. Scarica il file zip di Windows a 32 bit. Quindi decomprimere il contenuto del file zip scaricato. Passaggio 4: Jenkins e Tomcat Installazione Copia il file .war Jenkis che ha scaricato dalla sezione precedente e copia nella cartella WebApps nella cartella Tomcat. Ora apri il simbolo del sistema. Dal simbolo del sistema, vai alla directory in cui si trova la cartella Tomcat7. Vai alla directory Bin in quella cartella ed esegui il file START.BAT E: App TOMCAT7 P > STARTUP.BAT Una volta completata l’elaborazione senza errori importanti, la seguente riga apparirà sull’output del simbolo del sistema. INFO: il server Avvia a 1302 MS Aprire il browser e naviga verso il link – http: // localhost: “” 8080 / jenkins. Jenkins sarà operati VO in Tomcat.

Jenkins – Configurazione Git Per questo esercizio, è necessario assicurarsi che la connettività Internet sia presente dalla macchina in cui è installato Jenkins. Nel pannello Jenkins, fai clic sull’opzione Gestisci Jenkins sul lato sinistro.Nella schermata successiva, fare clic sull’opzione “Gestisci componenti aggiuntivi”.Nella schermata successiva, fare clic sulla scheda Disponibile. Questa scheda ti fornirà un elenco di accessori disponibili per il download. Nel tipo di pestana “Filtro” “Complemento GIT” L’elenco verrà filtrato. Controllare l’opzione Git Plugin e fai clic su “Installa senza riavvio”L’avvio dell’installazione e lo schermo verrà aggiornato per mostrare lo stato del download.“> Nella schermata successiva, se si passa alla sezione Amministrazione del codice sorgente, ora Vera” Git “come opzione.Jenkins – Impostazioni MAVEN Passaggio 1: Scarica e configurazione Mauven Il sito Web ufficiale Maven Questo Apache Maven. Se fai clic sul collegamento specificato, puoi andare al sito web Home Page, è possibile passare al sito web ufficiale mostrato sotto.durante la navigazione del sito, vai alla sezione dei file e scarica il link in file binary.zip.una volta scaricato, Rimuovere i file nella cartella dell’applicazione appropriata. Per questo, i file MAVEN verranno inseriti su E: Apps Apache-Maven-3.3.3. Passaggio 2: Configura Jenkins e Maven sul tavolo di Jenkins Edge, fai clic su Gestisci Jenkins sul menu a sinistra.quindi fare clic su “Configure System” sul lato destro.Nella schermata Configura sistema, spostando verso il basso finché non vedi la sezione MAVEN, quindi fare clic sul pulsante “Aggiungi Moven”.Deseleziona l’opzione “Installa automaticamente”. Aggiungi un nome per il parametro e la posizione di MAVEN_HOME. Quindi fare clic sul pulsante “Salva” alla fine dello schermo.può ora creare un’attività con l’opzione “Project Maven”. Pannello Jenkins, fai clic sulla nuova opzione Elemento.Jenkins – Configurazione che probabilmente avresti visto più volte in esercizi precedenti in cui abbiamo dovuto configurare Iman in Jenkins. Successivamente, vengono visualizzate le diverse opzioni di configurazione Jenkins. Pertanto, possiamo ottenere le diverse opzioni di configurazione Jenkins facendo clic sull’opzione “Gestisci Jenkins” nel menu a sinistra.verrà presentato la schermata seguente:Fare clic su Configura sistema. Queste sono alcune delle opzioni di configurazione Jenkins che possono essere eseguite. Directory Start Jenkins Jenkins ha bisogno di uno spazio su disco per creare compilation e mantenere i file. È possibile verificare questa posizione dalla schermata di configurazione di Jenkins. Per impostazione predefinita, è impostato su ~ / .jenkins, e questa posizione verrà inizialmente memorizzata nella posizione del tuo profilo utente. In un ambiente adeguato, è necessario modificare questa posizione in una posizione adeguata per memorizzare tutte le versioni e i file pertinenti.Una volta che è possibile farlo come segue, impostare la variabile di ambiente “Jenkins_home” nella nuova directory home prima di avviare il contenitore del servlet. Impostare la proprietà del sistema “jenkins_home” nel contenitore del servlet. Stabilire l’ingresso dell’ambiente JNDI “Jenkins_home” nella nuova directory. L’esempio seguente utilizzerà la prima opzione per configurare la variabile di ambiente “Jenkins_home”. Inizia creando una nuova cartella E: Apps Jenkins. Copia tutti i contenuti esistenti ~ / .jenkins in questa nuova directory. Configurare la variabile di Ambiente Jenkins_Home per puntare al percorso della Directory Home in cui Java è installato sulla macchina. Ad esempio, emetterà Windows, impostare la variabile di ambiente Jenkins_Home nella tua posizione Ensenor. Ad esempio, è possibile configurarlo in e: apps jenkins linux export jenkins_home = / usr / lockin / lockins o dove vuoi desiderare. Nel pannello Jenkins, fai clic su Gestisci Jenkins nel menu a sinistra. Quindi fai clic su “Set System” a destra. Nella directory home, ora vedrai la nuova directory che è stata configurata.N. di esecuzioni Questo si riferisce al numero totale di esecuzioni di attività simultanee che possono aver luogo presso la macchina Jenkins. Questo può essere cambiato in base ad esso è necessario. A volte, la raccomandazione è quella di mantenere questo numero uguale al numero della CPU sulle macchine per prestazioni migliori. Ambiente Envillans Questo viene utilizzato per aggiungere variabili di ambiente personalizzato che verranno applicati a tutti i lavori. Sono coppie di valore chiave e possono essere viste e utilizzate nelle compilation in qualsiasi campo PLACE. Jenkins URL per impostazione predefinita, Jenkins URL punta a localhost. Se hai una configurazione del nome di dominio per la macchina, configurandola con il nome di dominio; Altrimenti, sostituire l’host locale con il IP della macchina. Ciò ti aiuterà a configurare gli slave e inviare collegamenti tramite e-mail, poiché è possibile accedere direttamente all’URL di Jenkins utilizzando la variabile di ambiente Jenkins_url, accessibile come $ jenkins_url}. Notifica e-mail Nell’area di notifica via e-mail, è possibile configurare le impostazioni SMTP per inviare e-mail. Questo è necessario per Jenkins connettersi al server di posta SMTP e inviare e-mail all’elenco dei destinatari. Jenkins – Gestisci Gestire Jenkins, clicca sull’opzione “Gestisci Jenkins” nel menu a sinistra. Pertanto, possiamo ottenere le diverse opzioni di configurazione Jenkins facendo clic sull’opzione “Gestisci Jenkins” nel menu a sinistra.verrà presentato la schermata seguente:Alcune delle opzioni di amministrazione sono le seguenti: Configura il sistema Questo è il punto in cui possiamo gestire il sistema Percorsi ai vari strumenti da utilizzare nelle compilazioni, come le versioni JDK, ANT e MAVEN, nonché opzioni di sicurezza, server di posta e altri dettagli di configurazione dell’intero sistema. Quando gli integratori sono installati. Jenkins Aggiungi i campi di configurazione richiesti dinamicamente dopo aver installato i componenti aggiuntivi. Ricarica la configurazione da Jenkins Disc Archivia il tuo intero sistema e compila i dettagli di configurazione dei file XML memorizzati nella Directory Home Jenkins. Ecco anche l’intera storia della costruzione. Se si stanno migrando lavori di compilazione da un’istanza di Jenkins a un altro, o registrando il vecchio lavoro di compilazione, è necessario aggiungere o eliminare le corrispondenti directory di lavoro nella directory di compilazione Jenkins. Non è necessario scollegare Jenkins per farlo; Puoi semplicemente utilizzare l’opzione “Impostazioni di ricarica dal disco” per ricaricare il sistema Jenkins e creare direttamente le impostazioni di lavoro. Gestione del componente aggiuntivo Qui, è possibile installare un’ampia varietà di componenti aggiuntivi di terze parti direttamente da diversi strumenti di amministrazione di origine come Git, Mercurial o ClearCase, per le metriche di qualità di copertura e di qualità. Gli accessori possono essere installati, aggiornati e cancellati tramite la schermata Gestisci componenti aggiuntivi.

Informazioni sul sistema Questa schermata mostra un elenco di tutte le proprietà correnti del sistema Java e le variabili dell’ambiente qui, si può controllare esattamente quale versione Java Jenkins è in esecuzione, in basso quale utente è in esecuzione , eccetera. La prossima screenshot mostra alcune delle informazioni V disponibili in questa sezione.Registrazione del sistema La schermata del registro di sistema è un modo conveniente per vedere i file di registro Jenkins in tempo reale.Di nuovo, questa schermata è principalmente utilizzata per risolvere i problemi. Statistiche di ricarica Questa pagina mostra i dati grafici sull’occupazione dell’istanza di Jenkins in termini di numero di compilation simultanee e la lunghezza della coda. “Costruisci Aspetti, chi dà un’idea di quanto tempo le tue compilazioni dovrebbero aspettare prima di correre. Queste statistiche possono dare una buona idea se è necessaria una capacità aggiuntiva o nodi di costruzione aggiuntivi da una prospettiva di infrastruttura. Console script Questa schermata ti consente di eseguire Groovy S sul server. È utile per la risoluzione dei problemi avanzati, poiché richiede una solida conoscenza dell’architettura interna di Jenkins. Gestire i nodi Jenkins possono gestire le costruzioni parallele e distribuite. Su questa schermata, è possibile configurare il numero di versioni desidera. Jenkins funziona simultaneamente e, se si utilizzano compilazioni distribuite, configurare i nodi di compilazione. Un nodo di compilazione è un’altra macchina che Jenkins può utilizzare per eseguire le tue compilation. Preparare per spegnere, o il server in quello che esegue Jenkins, è meglio non farlo mentre esegui un compilac ione Per chiudere Jenkins in modo pulito, è possibile utilizzare il pronto per preparare lo spegnimento, il che impedisce di avviare nuove compilation. Infine, quando tutte le compilazioni attuali sono complete, Jenkins può essere chiuso correttamente. Jenkins – Configurazione del lavoro di compilazione per questo esercizio, creeremo un lavoro in Jenkins che prende una semplice applicazione Heyoworld, costruita ed eseguire il programma Java. Passaggio 1 – Vai al pannello Jenkins e fai clic su Nuovo elementoSTEP 2 – Nella schermata successiva inserisci il nome dell’oggetto, in questo caso abbiamo chiamato HelloWorld. Scegli l’opzione “Progetto freestyle”Passaggio 3: verrà visualizzata la seguente schermata in cui è possibile specificare i dettagli del lavoro.STEP 4: Dobbiamo specificare la posizione dei file da creare. In questo esempio presumeremo che un repository Git locale (E: programma) sia stato configurato e contiene un file “helloworld.java”, quindi spostamento e fare clic sull’opzione Git e inserire l’URL del repository Git locale. Nota: se il tuo repository è ospitato a GitHub, puoi anche inserire l’URL di questo repository qui. Di ciò, è necessario fare clic sul pulsante Aggiungi per le credenziali per aggiungere il nome utente e la password al repository GitHub in modo che il codice possa essere ottenuto dal repository remoto.

STEP 5 – Ora vai alla sezione Compile e fare clic su Aggiungi comando di compilazione → Eseguire Windows Batch CommandStep 6: In Command Elventana, Immettere i seguenti comandi e fare clic sul pulsante Salva. Javac helloworld.java java helloworldstep 7 – Una volta salvato, è possibile fare clic sull’opzione Crea ora per vedere se è stato definito correttamente il lavoro.STEP 8 – Una volta terminata la costruzione programmata, verrà eseguita. La sezione seguente della cronologia della compilazione mostra che è in corso una compilation.STEP 9: Una volta completata la costruzione, uno stato della compilazione indicata se la compilation ha avuto successo o meno. Nel nostro caso, la prossima compilazione viene eseguita con successo. Clicca sul numero 1 nella cronologia della compilazione per vedere i dettagli della compilation.STEP 10 – Fare clic sul collegamento di uscita della console per visualizzare i dettagli della costruzioneOltre ai passaggi precedentemente, ci sono molti modi per creare un lavoro di compilazione, le opzioni disponibili sono molte, il che rende Jenkins un fantastico strumento di implementazione continuo. Jenkins – Jenkins Unità Test fornisce una funzionalità pronta da utilizzare Junit e fornisce un gran numero di test unit per altre tecnologie, un esempio è MSTEST per i test dell’unità .NET. Se si accede al collegamento https: //wiki.jenkins-ci.org/display/jenkins/xunit+plugin “Elenca i supplementi di prova delle unità disponibili.Esempio di test di Junit in Jenkins L’esempio seguente prenderà in considerazione la semplice classe HeLoworldtest basata su Junit. Formica come strumento di costruzione in Jenkins per costruire la classe di conseguenza. Passaggio 1 – Vai sul pannello Jenkins e fai clic su Hilloworld esistente Progetto e scegliere l’opzione ConfiguraPassaggio 2: Vai alla sezione per aggiungere un passaggio di compilazione e scegliere l’opzione invocare Ant.Step 3: Fare clic sul pulsante Avanzato.Passaggio 4: Nel bozzolo della sezione del file id, inserire la costruzione della posizione del file.STEP 5 – quindi fare clic sull’opzione Aggiungi una postCostruzione e scegliere “Pubblica Elinforme del test Junit”Passaggio 6: In XML File report file, inserisci la posizione come mostrato di seguito. Assicurati che i report sia una cartella creata nell’area di lavoro del progetto HellowOrld. “*. Al termine, fare clic sull’opzione Salva al termine. STEP 7: Una volta salvato, è possibile fare clic sull’opzione Crea ora. Una volta creata completata, uno stato di compilazione mostra Se la compilazione ha avuto successo o meno. Nelle informazioni di uscita della compilazione, ora vedrà una sezione aggiuntiva chiamata risultato del test. Nel nostro caso, abbiamo inserito un caso di test negativo per il risultato fallisce solo come esempio.possiamo andare all’uscita della console per vedere più informazioni. Ma che c’è più ristretto, se fai clic sul risultato del test, ora vedrai una visualizzazione dettagliata dei risultati del test .Jenkins – test automatizzato l uno dei principi di base dell’integrazione continua è che una compilation deve essere verificata. Dovrebbe essere in grado di determinare obiettivamente se una particolare versione è pronta per andare a il prossimo passo nel processo di com PILACIAZIONE, E IL MODO PIÙ COMMESSO Per farlo è da test automatizzati. Senza adeguati test automatizzati, è necessario mantenere una grande quantità di artefatti di compilazione e provarli a mano, che non è nello spirito di integrazione continua. L’esempio seguente mostra come utilizzare il selenio per eseguire test Web automatici. Passaggio 1: Vai a somministrare componenti aggiuntivi.STEP 2: Cerca il componente aggiuntivo Hudson Selelenio e scegli installarlo. Riavvia l’istanza di Jenkins.STEP 3: Vai a Configurare il sistema.STEP 4 – Impostare il file JAR Server SELENIUM e fare clic sul pulsante Salva.Nota: il file JAR SELENIUM può essere scaricato dalla posizione SELENIUMHQ Fare clic sul download del server indipendente del selenium.STEP 5: Torna alla scheda e fai clic sull’opzione Configura per il progetto HELOWORLD.STEP 6: Fare clic su Aggiungi passo di compilazione e scegliere l’opzione “SELENIUMHQ HTMLSUITE RUN”STEP 7: Aggiungi i dettagli necessari per il selenio test. Qui il seguente file è il test generato utilizzando il selenio IDE. Fai clic su Salva ed esegui una compilation. Ora la successiva compilazione esegue il controller del selenio ed esegue il test HTML.Jenkins – Jenkins Notification è dotato di un elenco di elenchi da utilizzare per aggiungere notifiche via e-mail per un progetto di compilazione. Passaggio 1: Configurare “un server SMTP. Vai a Gestisci Jenkins → Imposta il sistema. Vai alla sezione di notifica e-mail e immettere il server SMTP richiesto e i dettagli del suffisso di posta elettronica dell’utente.STEP 2 : Configura i destinatari nel progetto Jenkins: quando si configura un progetto di compilazione Jenkins, appena alla fine è l’opzione per aggiungere destinatari che riceverebbero le notifiche via e-mail da versioni instabili o rotte. Quindi fare clic sul pulsante Salva.Oltre al predefinito, ci sono anche i componenti aggiuntivi di notifica disponibili Un esempio è il componente aggiuntivo di notifica delle conoscenze tikal che consente di inviare notifiche di stato dell’attività nel formato JSON e XML. Questo plug-in ti consente Per configurare i terminali come mostrato di seguito. Ecco i dettagli di ogni opzione – “Formato”: questo è il formato di L’uso della notifica, che può essere JSON o XML. “Protocollo”: protocollo che viene utilizzato per inviare messaggi di notifica, http, tcp o udp. “Evento”: eventi di lavoro che attivano le notifiche: lavoro avviato, lavori completati, lavoro completato o honeywelling (opzione predefinita). “URL”: URL per inviare notifiche. Assumere la forma di “http: // host” “per il protocollo HTTP e” Host: Port “per i protocolli TCP e UDP.” Timeout “- Timeout in millisecondi per inviare la richiesta di notifica, 30 secondi per impostazione predefinita. Jenkins – Segnalazione Come mostrato nella sezione precedente, ci sono molti componenti aggiuntivi di report disponibili, i più semplici sono i report disponibili per i test di Junit.Nell’azione post-build per qualsiasi lavoro, è possibile configurare i report contemporaneamente le compilazioni sono completate, i risultati delle opzioni del test saranno disponibili per un’analisi più dettagliata. Jenkins – Jenkins Codice Analysis ha una moltitudine di componenti aggiuntivi di analisi del codice. I diversi accessori possono essere trovati presso HTTPS: // wiki. jenkins-ci.org/display/jenkins/static+code+analysis+plugins “

Questo componente aggiuntivo fornisce utilità per i componenti aggiuntivi di analisi del codice di stato. Jenkins può analizzare i risultati File Inoltre, è disponibile il complemento complementare I collegatore di analisi statico, che combina i singoli risultati di tali componenti aggiuntivi in un’unica vista e grafica delle tendenze. Gli accessori possono fornire informazioni come il numero totale di avvertimenti in una visualizzazione di nuovi e Avvertenze corrette di “Rapporti di tendenza costruttiva che enindicano il numero di avvertimenti per compilation descrizione generale delle avvertenze trovate da modulo, pacchetto, categoria o tipo report dettagliati di avvertimenti possibilmente filtrati da gravità (o nuova e corretta) Jenkins – Compilazioni a volte molte macchine da costruzione Se ci sono casi in cui ci sono progetti più gr Ande e pesanti che sono costruiti regolarmente. Ed eseguire tutte queste versioni in una macchina centrale non potrebbe essere l’opzione migliore. In tale scenario, altre macchine Jenkins possono essere configurate in modo che siano macchine slave per alleviare la ricarica del server principale di Jenkins. A volte, potresti anche avere bisogno di diversi ambienti per testare le tue compilation. In questo caso, utilizzando uno schiavo per rappresentare ciascuno dei suoi ambienti richiesti è quasi essenziale. Uno slave deve essere configurato un computer per scaricare progetti di costruzione master e una volta configurato questa divisione di lavoro è abbastanza automatica. Il comportamento esatto della delegazione dipende dalla configurazione di ciascun progetto; Alcuni progetti possono scegliere di “attaccare” a una macchina particolare per una compilation, mentre altri possono scegliere di muoversi liberamente tra gli schiavi. Poiché ogni slave esegue un programma separato chiamato “slave agente”, non è necessario installare i jenkin completi (pacchetto o binari compilati) in uno schiavo. Ci sono diversi modi per avviare gli agenti slave, ma alla fine, l’agente slave e l’insegnante di Jenkins devono stabilire un collegamento di comunicazione bidirezionale (ad esempio, un connettore TCP / IP) per operare. Per configurare slave / nodi in Jenkins, seguire i passaggi seguenti. Passaggio 1: Vai alla sezione Gestisci Jenkins e allo spostamento di fase fino alla sezione Gestisci nodi.STEP 2: Fare clic su Nuovo nodoPassaggio 3: Assegna un nome al nodo, selezionare l’opzione Slave Solave e fare clic su per accettare .Passaggio 4: immettere i dettagli della macchina slave del nodo. Nell’esempio seguente, consideriamo che la macchina slave è una macchina Windows, quindi, l’opzione “Lascia che Jenkins controllisca questo slave di Windows come servizio di Windows” sia scelto come metodo di avvio. Dobbiamo anche aggiungere i dettagli necessari del nodo slave, come il nome del nodo e le informazioni di connessione per la macchina del nodo. Fare clic sul pulsante Salva. Le etichette il cui nome è inserito come “new_slave” sono quelle che possono essere utilizzate per configurare i lavori da utilizzare questa macchina slave.Una volta completata i passaggi precedenti, il nuovo nodo della macchina sarà in uno stato off-line, ma si collegherà se tutti i parametri della schermata precedente sono stati inseriti correttamente . È possibile effettuare la macchina slave del nodo questa offline in qualsiasi momento se necessario.Jenkins – Implementazione automatizzata Ihay Molti accessori disponibili che possono essere utilizzati per trasferire file di compilazione dopo una compilazione riuscita alla rispettiva applicazione / server Web. Un esempio è il “complemento di implementazione del contenitore”. Per usarlo, attenersi ai passaggi seguenti. Passaggio 1: Vai a Gestire Jenkins → Gestisci i componenti aggiuntivi. Vai alla sezione disponibile e cerca il complemento “Implement nel plug-in del contenitore” e installare il componente aggiuntivo. Riavvia il server Jenkins.Questo componente aggiuntivo prende un file guerra / orecchio e lo implementa su un server di applicazione di esecuzione remoto alla fine di una compilation. Tomcat 4.x / 5.x / 6.x / 7.x JBoss 3.x / 4.x Glassfish 2.x / 3.x Passo 2: Vai al progetto di compilazione e fare clic sull’opzione Configura.Scegli l’opzione “Implement war / orecchio nel contenitore”STEP 3: Nella sezione Implement Guerra / EAR in un contenitore, immettere i dettagli richiesti del server in cui i file devono essere implementati e fai clic su Fare clic sul pulsante Salva. Questi passaggi ora garantiscono che i file necessari siano implementati nel contenitore necessario dopo una compilazione riuscita.Jenkins – Metriche e tendenze Esistono diversi accessori disponibili a Jenkins per presentare le metriche delle compilation eseguite per un periodo di tempo. Queste metriche sono utili per capire le loro compilation e la loro frequenza. “Falla / errouls con il tempo, come esempio, vediamo le” metriche della cronologia della compilazione “. Questo componente aggiuntivo calcola le seguenti metriche per tutte le versioni una volta installata tempo medio fino al tempo di guasto (MTTF) fino al recupero (MTTR ) Deviazione standard dei tempi di costruzione Passaggio 1: Vai al pannello Jenkins e fai clic su Gestisci JenkinsPassaggio 2 – Vai all’opzione Gestisci accessori.Step 3 – Vai alla “Pestana disponibile e cerca il” Complemento della cronologia della compilazione metrica “e scegli” Installa senza riavvio “.Passaggio 4: la schermata successiva apparirà per confermare l’installazione di complemento riuscita. Riavvia l’istanza di Jenkins.Quando accedi alla pagina del lavoro, vedrai una tabella con metriche calcolate. Le metriche sono mostrate per gli ultimi 7 giorni, gli ultimi 30 giorni e in qualsiasi momento.

Per vedere le tendenze generali di Jenkins, ci sono accessori disponibili per raccogliere informazioni su compilation e jenkins e mostrarli in un formato grafico. Un esempio di complemento a questo tipo è il complemento delle statistiche di compilazione globale di Hudson. I passaggi per questo. Passaggio 1 – Vai al pannello Jenkins e fai clic su Gestisci JenkinsStep 2 – Vai all’opzione Gestisci componenti aggiuntiviSTEP 3 – VAI Alla Pastana disponibile e cerca il componente aggiuntivo “Hudson Global-Build Slats Plugin” e scegliere “Installa senza riavvio”. Passaggio 4: Viene visualizzata la seguente schermata per confermare l’installazione complementare di successo. Riavvia l’istanza di Jenkins.Per visualizzare le statistiche generali, seguire i passaggi da 5 a 8. Passaggio 5 – Vai al pannello Jenkinsard e fai clic su Gestisci Jenkins. Sulla schermata Gestisci Jenkins, sconto e ora vedrai un’opzione chiamata “Statistiche di compilazione globale”. Clicca su questo link.STEP 6: Fare clic sul pulsante “Inizializza Statistics”. Ciò che fa è che raccoglie tutti i record esistenti per le compilazioni che sono già stati effettuati e possono essere creati in funzione di tali risultati.STEP 7 – Una volta che i dati vengono inizializzati, è il momento di creare un nuovo grafico. Clicca sul link “Crea un nuovo grafico”.STEP 8: Una finestra pop-up entra nelle informazioni pertinenti per i dettagli del nuovo grafico. Inserire il seguente titolo di informazioni obbligatorie: qualsiasi informazione sul titolo, per questo esempio è fornita come una larghezza grafica “demo” – 800 alti del grafico – 600 grafica grafica scala: Durata Durata del grafico: 30 giorni il resto delle informazioni Puoi lasciare così questo. Dopo aver inserito le informazioni, fai clic su Crea un nuovo grafico.Ora Vera la GGraphic che mostra le tendenze della costruzione nel tempo.Quando fai clic su una sezione grafico, otterrai una descrizione generale dei dettagli del lavoro e delle sue compilazioni.Jenkins – Manutenzione server Le seguenti sono alcune delle attività di base che lo farai, alcune delle quali sono le migliori pratiche per mantenere le opzioni del server Jenkins URL i seguenti comandi, aggregati all’URL dell’istanza di Jenkins, eseguirà le azioni pertinenti nell’istanza di Jenkins. http: // localhost: “” 8080 / jenkins / exit – spegnere Jenkins http: / / localhost: 8080 / jenkins / riavvio – Riavvia Jenkins http: // localhost: “” 8080 / Jenkins / Ricarica – Per ricaricare la configurazione Jenkins Backup Home Casa Jenkins Home N “Directory non è altro che la posizione sul disco in cui Jenkins memorizza tutte le informazioni di lavoro, le compilazioni, ecc. La posizione della tua directory home può essere visualizzata quando v. Clicca su Gestisci Jenkins → Configura sistema.

Configura Jenkins nella partizione che ha più spazio libero sul disco.Dal momento che Jenkins prenderebbe il codice sorgente per diversi lavori definiti e compilazioni continue, assicurarsi di avere sempre Jenkins installato su un’unità che ha abbastanza spazio su disco. Se il tuo disco rigido ha poco spazio, tutte le compilation dell’istanza di Jenkins iniziano a fallire. Un altro vantaggio La cosa più conveniente è scrivere lavori di cron o lavori di manutenzione che possono eseguire le operazioni di pulizia per impedire il disco in cui Jenkins configurati non sarà riempito. Jenkins – Deployment continuo Jenkins fornisce un buon supporto per fornire un’attuazione e consegna continua. Se si nota il flusso di qualsiasi sviluppo del software per implementazione, verrà visualizzato di seguito.La parte principale dell’implementazione continua è garantire che l’intero processo mostrato sopra sia automatizzato. Jenkins lo rende attraversoCi sono accessori disponibili che possono darti una rappresentazione grafica del processo di distribuzione continuo. Ma iniziamo creando un altro progetto a Jenkins, quindi possiamo vedere meglio come funziona. Crediamo un semplice progetto che emula la fase di controllo della qualità e proviamo l’applicazione HelloWorld. Passaggio 1: Vai al pannello Jenkins e fai clic su Nuovo elemento. Scegli un “progetto freestyle” e inserisci il nome del progetto come “QA”. Fare clic sul pulsante Accetta per creare il progetto.STEP 2: In questo esempio, lo manteniamo semplice e utilizziamo solo questo progetto per eseguire un programma di test per l’applicazione HelloWorld.“> Quindi, il nostro controllo qualità del progetto è ora configurato. È possibile effettuare una compilazione per vedere se è compilato correttamente.STEP 3 – Ora vai al progetto HeLoworld e fai clic su ConfiguraSTEP 4 – Nel set di progetto e scegliere “Aggiungi dopo -Compilazione azione “e scegliere” Costruisci altri progetti “STEP 5: Nel” Progetto per costruire “la sezione, inserisci QA come nome del progetto da costruire. Puoi lasciare il Opzione predefinita “Attivare solo se la compilazione è stabile”. Fare clic sul pulsante Salva.STEP 6: Costruisci il progetto HelloWorld. Ora, se vedrai anche l’uscita della console Guarda che dopo aver costruito il progetto HELOWORLD, verrà anche costruito il progetto QA.STEP 7: Ora lascia che il complemento sia installato Canale di consegna. GO Gestisci Jenkins → Gestisci i componenti aggiuntivi. Nei Beaten disponibili, cerca “Complemento di canalizzazione di consegna”. Fai clic su Installa senza riavvio. Al termine, riavviare l’istanza di Jenkins. Jenkins-Guide-Rapide-385.jpg “Type =” Image / Jpg “Media =” (Larghezza minimo: 800px) “>Passaggio 8: per visualizzare il canale di consegna dell’azione, nel pannello Jenkins, fare clic sul simbolo + nella scheda accanto alla scheda “Tutto”.Passaggio 9: inserisci un nome Per il nome della vista e scegli l’opzione “Vista canale di consegna”.STEP 10 – Nella schermata successiva è possibile lasciare le opzioni per impostazione predefinita. I seguenti parametri possono essere modificati: Assicurati che l’opzione “Mostra risultati dell’analisi statistica” sia contrassegnata. Assicurati che l’opzione “Mostra il tempo di costruzione totale” contrassegnata. Per il lavoro iniziale: immettere il progetto HELOWORLD come primo lavoro da costruire. Immettere un nome per la pipeline Fare clic sul pulsante Accetta.Ora vedrai una visione eccellente dell’intero processo di consegna e PO DRA Vedi lo stato di ogni progetto durante tutto il processo.L’altro famoso complemento è il complemento della compilazione delle condotte. Diamo un’occhiata a questo. Passaggio 1: Vai a Gestire Jenkins → Gestisci i componenti aggiuntivi. Nei Beaten disponibili, cerca “Build Plugin Plugin”. Fai clic su Installa senza riavvio. Al termine, riavviare l’istanza di Jenkins.STEP 2: per visualizzare il canale Build in azione, nel pannello Jenkins, fare clic sul simbolo + in Pastana accanto alla scheda “Paranoso”.Passaggio 3 – Immettere un nome per il nome della vista e scegliere l’opzione “Crea vista sul canalizzazione”. Passaggio 4: Accetta semplicemente la configurazione predefinita nell’attività inizialmente selezionata, assicurarsi di inserire il nome del progetto HELOWORLD. Clicca sul pulsante Accetta.Ora vedrai una splendida vista dell’intero processo di consegna e puoi vedere lo stato di ciascun progetto nel “Tubo completo”.Jenkins – Amministrazione dei componenti aggiuntivi Per ottenere un elenco di tutti gli accessori disponibili in Jenkins, è possibile visitare il link – https: //wiki.jenkins-ci.org/display/ jenkins / plugins “Abbiamo già visto molti casi per installare il componente aggiuntivo, vediamo alcuni altri compiti di manutenzione rispetto alla disinstallazione di componenti aggiuntivi per disinstallare un plug-in, Vai a Gestire Jenkins → Gestisci il componente aggiuntivo. Fai clic su Pastana installato. Alcuni componenti aggiuntivi avranno la possibilità di disinstallare. Puoi fare clic su questi pulsanti per disinstallare i plugin. Assicurati di riavviare l’istanza Jenkins dopo la disinstallazione. Installare un’altra versione di un supplemento A volte potrebbe essere necessario installare una versione precedente di un complemento, in tal caso, è possibile scaricare il plug-in dalla pagina Complement corrispondente sul sito web di Jenkins. A Co Nucleo, è possibile utilizzare l’opzione di caricamento per scaricare manualmente il componente aggiuntivo.

Jenkins – Jenkins Security, hai la possibilità di configurare gli utenti e le loro autorizzazioni appropriate nell’istanza di Jenkins. Per impostazione predefinita, non vorrai che tutti stabiliscano compiti o altre attività amministrative in Jenkins. Pertanto, Jenkins ha la possibilità di avere invece una configurazione di sicurezza. Per configurare la sicurezza in Jenkins, attenersi alla seguente procedura. Passaggio 1: fare clic su Gestisci Jenkins e scegliere l’opzione “Configura Global Security”.Passaggio 2: Fare clic sull’opzione Abilita sicurezza. Ad esempio, suppongo che sarò in grado di mantenere Jenkins a mantenere il proprio database utente, quindi nell’area di sicurezza, scegliere l’opzione “Jenkins” per il database utente. “Per impostazione predefinita, voglio un amministratore centrale nel sistema , quindi assicurati che l’opzione consentire agli utenti di registrarsi non sia selezionata. Puoi lasciare il resto come questo per ora e fai clic sul pulsante Salva.STEP 3: Sarai ha chiesto di aggiungere il tuo primo utente. Ad esempio, stiamo configurando un amministratore per il sistema.Passaggio 4: Ora è il momento Configurare i tuoi utenti nel sistema. Ora, quando tu Gestiranno Jenkins e spostarti verso il basso, vedrai l’opzione “Gestisci utenti”. Fare clic su questa opzione. “> Step 5 – Come definito dall’utente dell’amministratore, avviare la creazione di altri utenti per il sistema. Ad esempio, creiamo semplicemente un altro utente chiamato “utente”.STEP 6: Ora è il momento di configurare le autorizzazioni, in pratica chi ha accesso a quello. Vai ad amministrare Jenkins → Configura la sicurezza globale. Ora, nella sezione Autorizzazione, fare clic su “Sicurezza basata su matrici”Passaggio 7: Se non vedi l’utente nell’elenco dei gruppi di utenti, immettere l’utente del nome utente e Aggiungilo alla lista. Quindi, concedere le autorizzazioni appropriate per l’utente. Fare clic sul pulsante Salva dopo aver impostato le autorizzazioni appropriate. La tua sicurezza Jenkins è ora configurata. Nota: per l’autenticazione di Windows AD, è necessario aggiungere il componente aggiuntivo di Active Directory a Jenkins. Jenkins – Jenkins Backup Complement ha un integratore di backup che può essere utilizzato per eseguire il backup delle impostazioni di configurazione critiche relative a Jenkins. Segui i passaggi qui sotto per avere un backup nel tuo posto. Passaggio 1: fai clic su Gestisci Jenkins e scegli l’opzione “Gestisci componenti aggiuntivi”.

Passaggio 2: Nella scheda Disponibile, cerca “Complezione di backup”. Fai clic su Installa senza riavvio. Una volta terminato, riavvia l’istanza JenkinsSTEP 3 – Ora, quando gestirai Jenkins e spostarti, Vera “Amministratore di backup opzionale”. Clicca su questa opzione.Passaggio 4: fare clic su Configurazione.STEP 5: Qui, il campo principale da configurare è la directory del tuo backup. Assicurati di essere in un’unità diversa dalla tua istanza Jenkins è configurata. Fare clic sul pulsante Salva.“> Passaggio 6: Fare clic su” Backup Hudson Configuration “sulla schermata di Gestione backup per avviare la copia della sicurezza.La seguente schermata mostrerà lo stato del backupper ripristinare da un backup, vai al backup dello schermo dell’amministratore, fare clic su Ripristina Hudson Configurazione.L’elenco di backup verrà visualizzato, fare clic su quello che corrisponde a fare clic su Start Restauro nell’inizio per ripristinare il backup.Jenkins – Test remoto I test Web come test del selenio possono essere eseguiti nelle macchine slave remote installando il complemento Master-SCSuiti e Selenio Complement. Test remoto usando questa configurazione. Passaggio 1: assicurati che sia invece la configurazione master-slave. Accedi al tuo server principale di Jenkins. Vai ad amministrare Jenkins → Gestisci i nodi.Nella nostra lista dei nodi, il tag DXBMEM30 è la macchina slave. In questo esempio, le macchine master e slave sono macchine per Windows.Passaggio 2: Fare clic su Configura per la macchina slave DXBMEM30.STEP 3: Assicurarsi che il metodo di avvio sia configurato come “Avvia gli agenti slave tramite Java Web Start”STEP 4 – Ora Vai alla tua macchina slave e da lì apre un’istanza del browser presso la tua istanza principale di Jenkins. Vai a Gestire Jenkins → Gestisci i nodi. Vai su DXBMEM30 e fai clic suPassaggio 5 – Clicca sull’istanza DXBMEM30.STEP 6: Scorri verso il basso e vedere l’opzione Start, che è l’opzione per avviare “Java Web Start”STEP 7: A Avviso di sicurezza è stato presentato. Fare clic sulla casella di accettazione del quadrante e fare clic su Esegui.Ora vedrai una finestra slave Jenkins aperta e ora connessa.Passaggio 8: Configura i tuoi test per funzionare sullo slave. Qui dovresti assicurarti che il lavoro che venga creato specificamente inteso a eseguire solo i test del selenio. Nelle impostazioni del lavoro, assicurarsi che l’opzione “Limita dove questo progetto possa essere eseguito” sia selezionato e nell’espressione del bastone, impostare il nome del nodo slave.STEP 9: Assicurarsi che la parte del selenio del tuo lavoro sia configurata. È necessario assicurarsi che anche il file sample.html e il file SELENIUM-Server.jar siano presenti anche sulla macchina slave.Dopo aver seguito tutti i passaggi sopra e fai clic su Build, questo progetto esegue il test del selenio sulla macchina slave come previsto. P >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *