Istituto Valenciano di microbiologia (I V a M I)

l1, sindrome …, sindrome del pollice con disabilità intellettuali; Hydrocephalus collegato alla cromosoma x (sindrome L1) – Gene L1cam

Sindrome L1, noto anche come sindrome del pollice con disabilità intellettuale o sindrome idromatica collegata a X cromosoma, comprende un cromosoma Gruppo di affetti che influenzano principalmente il sistema nervoso e sviluppato quasi esclusivamente nei maschi. Ognuno di questi processi varia in gravità e include, dal più serio al lieve:

  • idrocefalia collegata a x con stenosi dell’acquedotto di Sylvius (HSAS), caratterizzato da idrocefalia, spasticità, pollici adduttivi e stenosi dell’acquedotto di Sylvius. Frequentemente, questi individui soffrono anche di gravi disabilità intellettuali e convulsioni.
  • Sindrome di massa, caratterizzata da disabilità intellettuale, afasia, spasticità e adduzione dei pollici. Inoltre, gli individui interessati possono avere un leggero ingrandimento dei ventricoli.
  • Tipo 1 Paraplegia spastica, caratterizzata da spasticità, paraplegia e disabilità Intellettuale da lieve a moderato. In generale, le persone con paraplegia spastica di tipo 1 non hanno importanti anomalie in strutture cerebrali.
  • Agenesi del corpo svasato al cromosoma X, caratterizzato da ipoplasia e / o agenesi del corpo di calloso. Alcuni individui colpiti possono soffrire di paraplegia spastica e delicata a moderata disabilità intellettiva.

Questi processi, attualmente raccolti sotto la denominazione della sindrome L1, sono dovuti a Mutazioni nel gene L1cam (molecola di adesione della cella L1), situata sul braccio lungo del cromosoma X (XQ28). La codifica delle proteine, L1, è un membro della molecola di adesione cellulare (CAM) della superfamiglia degli immunoglubuluns (IG). Questa molecola di adesione cellulare svolge un ruolo chiave nello sviluppo del sistema nervoso centrale (SNC), nella formazione di baccelli protettivi di mielina che circondano alcuni neuroni e nella formazione di giunti sinaptici tra le cellule nervose. Queste funzioni neuronali contribuiscono allo sviluppo del cervello, capacità di pensare, memoria e movimento. Strutturalmente è una glicoprotaina transmembrana di 200 kDA con sei domini simili a cinque domini seguito da cinque domini di fibronectina di tipo III, una piccola regione transmembrana e un dominio citoplasmatico di 114 aminoacidi. Generalmente le proteine L1 sono espresse sulla superficie dei lunghi assoni neurali e dei coni di crescita neurali. È anche espresso in cellule Schwann e in altri tipi di cellule, generalmente con origine nella cresta neurale.

Più di 350 mutazioni sono state identificate nel gene L1cam nelle persone con sindrome L1. Le mutazioni identificate danno origine a una proteina L1 che non può facilitare l’adesione cellulare o partecipare a varie funzioni neuronali. È probabile che l’interruzione di questa funzione impedisca la crescita e lo sviluppo del cervello, dando origine a segni e sintomi della sindrome di L1. Altre mutazioni comportano la sintesi di una proteina che è anormalmente breve e non funzionale o inibisce la sintesi della proteina. Altre mutazioni consistono in cambi di amminoacidi nella proteina L1, che altera la capacità della proteina per interagire con altre proteine sulla superficie della cellula o impedire la proteina di raggiungere la superficie della cellula.

Sindrome L1 è ereditata con un motivo collegato a X cromosoma. Nei maschi, una mutazione nell’unica copia del gene in ogni cella è sufficiente per esprimere la sindrome. Nelle donne, hanno due copie del cromosoma X, una copia alterata del gene in ogni cella può portare a caratteristiche meno gravi o non può causare alcun segno o sintomo. Una caratteristica dell’eredità legata alla X è che i genitori non possono trasmettere tratti collegati alla X ai loro figli.

Test eseguiti in IVAMI: in IVAMI facciamo il Rilevamento di mutazioni associate alla sindrome L1, attraverso l’amplificazione completa da parte di PCR degli esoni del gene L1cam e il suo successivo sequenziamento.

Campioni consigliati: Sangue estratto con EDTA per la separazione dei leucociti del sangue o della carta impregnata con campione di sangue essiccato (IVAMI può spedire la carta per depositare il campione di sangue).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *