in Young Science: Hallyu, il fenomeno culturale sudcoreano oltre il K-Pop

Hai sentito i termini Hallyu, Coreano oola o k-pop? Se la tua risposta è sì, sei sicuramente un fan che appartiene a uno o più fandoms, che ha uno o più pregiudizi, che riproduce il MV del tuo gruppo o band preferito e prepara hashtag ogni dovere, e anche tu stai studiando coreano.

Se la tua risposta è stata negativa e non sai molto di quanto è stato menzionato sopra, non preoccuparti, la cosa più sicura è che l’onda del sud coreana ti ha già influenzato senza rendersene conto. Ricorda lo stile di Gangnam o hai cantato Baby Shark? Poiché entrambi sono prodotti Hallyu.

Alcuni anni fa, poche persone potrebbero nominare un attore, attrice, film, cantante o aveva una foto della Corea senza relazionarsi in Giappone o in Cina. Ma negli ultimi anni, è sempre più comune ascoltare notizie sui raggruppamenti musicali come BTS, Blackpink, EXO, attori due o coreani avventurati in Hollywood o film che vengono assegnati presso il Golden Globe e Oscar Awards, come “parassita” (parassiti) , il vincitore del nastro sud coreano nella migliore categoria cinematografica nella recente edizione 2020.

Ma non solo i suoi artisti sono stati inseriti nel mercato internazionale, ma marchi tecnologici come Samsung, LG hanno Si è posizionato nel gusto del pubblico allo stesso tempo i prodotti e le routine di bellezza sono presenti nei social network in tutto il mondo.

Cultura come potenza

hallyu letteralmente significa onda coreana ; È un fenomeno culturale che descrive il furore dei giovani che erano originariamente asiatici dai prodotti di intrattenimento coreano, il dott. Nayelli López Rocha, ricercatore presso il programma universitario per gli studi sull’Asia e l’Africa di Unam.

Questo termine è uscito dal quotidiano cinese il popolo quotidiano, per descrivere l’euforia dei giovani cinesi dai prodotti di intrattenimento coreano, principalmente sapone per sapone e la musica di ingresso e partenza che avevano raggiunto il paese asiatico dopo la fine del decennio del 1990 C’era un cambiamento nella politica culturale della Corea dopo la sua crisi economica del 1997. Da allora, il governo sudcoreano ha deciso di aumentare la cultura come un modo in cui poteva sviluppare la sua economia.

  • Accademico Joseph Nye ha coniato il termine potere soffice per spiegare la capacità dei paesi di raggiungere i loro obiettivi attraverso l’attrazione e la persuasione dei media e ideologico.

All’inizio, le società di intrattenimento sono arrivate al mercato cinese dove erano un successo, così poco a poco a poco espanso ad altri paesi come il Giappone, che, nonostante i conflitti storici tra entrambe le nazioni, le opere di sapone e i loro attori sono riusciti a conquistare il pubblico principalmente da donne oltre i 40 anni di età.

Prima del successo crescente, a La fine dei 2000, il governo coreano, insieme a diverse società di intrattenimento privato, ha creato e distribuito programmi di intrattenimento che hanno promosso un’immagine del paese che ha collegato il suo sviluppo tecnologico, un’immagine positiva della tua società, così come come tratti della tua cultura , allo stesso tempo promuovere alcuni prodotti.

“Ma sebbene la vendita di prodotti stessi contribuisca molto, l’impatto dell’immagine del paese è più importante. In ciascuno dei mercati di destinazione. Se il paese ha una buona percezione, l’investimento in esso è più attraente e c’è un maggiore scambio commerciale ed economico “, spiega il ricercatore.

Più che musica

Un elemento che ha accompagnato l’onda coreana dai suoi inizi è la musica, che originariamente non è stata chiamata Kpop, ma la musica pop ed era più correlata ai singoli delle telenovelas. Dopo il successo della musica, le aziende hanno iniziato a sviluppare un sistema di preparazione intera giovanile per convertirle in idoli.

Mentre K-POP non è l’unico prodotto del Hallyu, ha una vasta traiettoria con Artisti storici come Cho Yong Pil, Byun Jin Seob, SEO Taiji & Ragazzi, Shinhwa, SES, Boa, Pioggia, TVXQ, Super Junior, Big Bang, SNSD, Wonder Girls o SS501, per aver menzionato alcuni.

  • Nel 2018, il Hallyu ha contribuito intorno a 18 trilioni vinti all’economia coreana.

Nella prima fase dell’onda coreana, i prodotti più diffusi erano Opera di sapone, che in Messico e altri paesi chiamano Dorams, che hanno attratto giovani e adulti Per i loro temi, la loro musica, come sviluppare la storia e la visione che proiettano dalla loro società, commenta lo specialista in Corea del Sud.

Oltre ai film, cartoni animati, mahwas (nome che riceve le strisce comiche e fumetti coreani) e i videogiochi, in seguito hanno iniziato a integrare elementi della cultura tradizionale coreana come il Hanbok, che è L’abito tradizionale coreano, Hansik che è il cibo coreano, lo sport coreano come Taekwondo, così come la moda derivata dagli artisti coreani.

Attualmente, altri prodotti coreani che sono stati popolarizzati sono la K-Beauty , ha a che fare con il trucco e la cura della pelle, la tecnologia presente in marchi come Samsung o LG, nonché la promozione attraverso il ministero del K-Medicine del Turismo che cerca di posizionare la Corea del Sud come nuova Mecca della chirurgia plastica.

Sebbene l’onda coreana sia senza dubbio un fenomeno maggiore di quanto abbiamo affrontato qui, con le posture a favore e contro i coreani stessi, la verità è che il suo impatto sociale, culturale ed economico continua ad avanzare mondo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *