Illustrazione liberale

Life

John Edward Emerich Dalberg Acton è nato il 10 gennaio 1834 a Napoli. Suo padre, che erediva Giovanni il titolo di Atton Baronet quando aveva solo tre anni, apparteneva a un arrivo di filiale familiare in Italia dalla Francia. Sua madre, che apparteneva a una famosa familiare tedesca, con il conteggio di Granville, liberale, librechange, aristocratico e anglicano; Un whig che ci proverebbe, con un piccolo successo, per attraversare la sua vocazione politica al suo apprezzato figliastro. John aveva l’inglese e il francese per le lingue materne, parlavano tedesco alla perfezione e aitaliano fluentemente. I suoi primi anni, tra Parigi, Londra, Roma, Napoli e case familiari, li hanno vissuti in un’atmosfera elegante e cosmopolita.

cominciò ad essere formato sotto la guida dupanloup, nel cui seminario un anno trascorso un anno, E poi studiare a Oscott, Edimburgo e Monaco di Baviera. L’Università tedesca, poi una delle prime dell’Europa in teologia, segnerebbe il suo destino: ci sarebbe venuto in contatto con il sacerdote e il Storico Johann Ignaz Von Döllinger, un cattolico liberale che poteva essere considerato il suo terzo padre. Con lui sapperò che il cristianesimo era, in sostanza, storia, e con esso ha viaggiato in Svizzera, Italia, Austria, Inghilterra, Stati Uniti (Paese che ha causato grande impressione) e Roma. Nella città eterna hanno chiesto ai manoscritti del Vaticano e sono stati intervistati, tra gli altri, con il Segretario dell’Inquisizione e con il Papa. Hanno lasciato Roma “senza fiducia e senza rispetto; senza orrore o indignazione,” dicendo a Döllinger.

seduto in Inghilterra, dal momento che molto presto sarà riconosciuto come leader dei liberali cattolici, il cui motto era ” una chiesa libera in uno stato libero. ” John Edward, che era consapevole dei principali risultati scientifici e ha combinato l’interesse per gli ultimi contributi nel pensare con l’indagine in antiche fonti, si dedicò al giornalismo dalla direzione del Rambler, link degli UltraMontani. Il motto della rivista ha definito il carattere del nostro uomo e ha segnato la distanza tra i liberali e i suoi avversari: “Valore la verità, che sia il vecchio o il nuovo”. In questo senso, l’ACTON stesso ha lasciato scritto che segue: “Non dobbiamo perseguire conoscenze scientifiche per scopi che sono alieni alla scienza. Dobbiamo farlo per la scienza stessa, e ci portiamo ai propri risultati”. Ha sempre tenuto un enorme rispetto per la verità.

Nel 1861, tre anni dopo aver iniziato il Rambler, il Segretario di Stato del Papato, Antonelli, fagli sapere che dovrebbe lasciare la sua posizione di difesa dei liberali , Alleati con i nazionalisti italiani e adottano quello della Santa Sede, che è andato rivendicando il potere temporale della Chiesa. Ma né la minaccia di scomunica lo ha fatto esitare nelle sue idee, che ha continuato a difendere, insieme al team di redazione del Rambler, in una nuova pubblicazione, nella revisione casalinga e straniera. Tuttavia, non è durato a lungo per la strada: solo un anno fa il Vaticano nel ordinare la sua chiusura.

Erano gli anni dell’enciclica Quanta Cura (1864), una convinzione in ogni regola della libertà di Coscienza, e dal suo annesso, il Sylabus Eurtum, che ha elencato le proposizioni considerate false dalla Chiesa e realizzò l’enciclica e altri documenti su cui era basato sull’emissione di tale processo. Tra le idee condannate, il razionalismo è stato contato, l’indipendenza della filosofia rispetto alla teologia o al liberalismo. Le ultime proposizioni, riferite al liberalismo, sembravano scritte dall’attività stessa; Ad esempio, questo: “il pontificato romano può e dovrebbe essere riconciliato e in buoni rapporti con il progresso, il liberalismo e la civiltà moderna.”

Come non è stato il nostro uomo da schiantare con quella Chiesa? Credeva che l’istituzione centenaria dovesse rinunciare a un potere temporaneo e postulato come una guida spirituale e morale in un ambiente di piena libertà di espressione e cul.. E quel cattolicesimo non poteva essere incompatibile con la verità, quindi non dovrei girare la schiena sulla conoscenza scientifica, il liberalismo, la società ampia e aperta.

Il conflitto doveva venire, e lo ha fatto nel modo in grande . Pio IX ha convocato il Consiglio del Vaticano – il primo da Trento-; Destendeva di imporre la stravagante idea di infallibilità papale, secondo cui, in punta di dottrina, la Parola del Santo Padre è identificata con la verità. Non poteva accettare uno storico onorato una lettera di cabal come John Edward. Nel 1869, cioè lo stesso anno in cui il Vaticano ho iniziato, il mentore del nostro personaggio, Döllinger, pubblicato, sotto lo pseudonimo di Janus, il lavoro il Papa e il Consiglio, di cui ha scritto una prescrizione con la qualifica.Sebbene sia coinvolto in sostanza, il discepolo ha rimproverato l’insegnante che, a suo avviso, ha affrontato il problema: “Un uomo che accetta tutte le decisioni del Papa in questione della moralità non può essere onesta, perché spesso sono state notevolmente immorali “. Acton ha apprezzato esattamente la lipidia morale dell’infallibilità identificandola con la vecchia idea che la fine giustifica i mezzi.

La tua festa è stata chiamata a perdere la battaglia; Ma no, ovviamente, perché Acton non ha sforzato di salvare la Chiesa di un tale errore. Per lui, la domanda era chiara: “o il Papa prevale sulla Chiesa, o la Chiesa prevale sul Papa”. Il nostro personaggio è stato lo stratega e la forza dei Vescovi contrari all’infallibilità: ha causato uno smorzamento di proporzioni enormi quando ha facilitato Döllinger alcune informazioni sul Consiglio che verrà successivamente apparso presso l’Allgemeine Zeitung; Ha scritto alla sua amica Gladstone, al Primo Ministro britannico, chiedendogli aiuto; Mettere in contatto le forze di opposizione sparse … ma tutto era inutile: non solo la dottrina dell’infallibilità del Papa è stata approvata, ma, poco dopo, l’arcivescovo Scherrr, che aveva precedentemente utilizzato nei ranghi dei detrattori del Lo stesso, scomunzionato Döllinger per non ritirare. Perché l’ACTON da una simile punizione è la librezza? I suoi biografi non offrono una risposta sicura.

John Edward è diventato Signore, precisamente, nel 1869. Aveva 35 anni, e nonostante la sua figura di smantellamento fosse “un cattolico in cattive relazioni con la gerarchia cattolica, un politico Senza portafoglio, uno storico senza una sedia “. Quest’ultimo stava per cambiare, ma un sacco di tempo più tardi, nel 1895, quando è stato nominato Professore di Regius della storia moderna a Cambridge. In questa famosa istituzione universitaria, si dedicò ai compiti del professore e dirigersi (per dire la verità, piuttosto di scrivere) la storia moderna di Cambridge, che ha considerato la storia che il XIX Lege al XX. Un risultato di tutto ciò, il suo grande progetto è stato sicuramente sepolto, un lavoro in cui intendeva catturare la sua filosofia e le sue preoccupazioni e che stava pensando alla storia della libertà.

non gli ha dato il tempo Di più: Lord Acton ha consegnato l’anima il 19 giugno 1902, un anno dopo aver caduto preda della paralisi.

Lavoro

La tua formazione tedesca è facilmente identificabile nel tuo pensiero. Lord Acton credeva nel primato delle idee sul materiale. I progressi nella storia consistevano, proprio, che le cause del materiale stavano dando terra a quelle spirituali. Quindi, entrò in religione come il principale motore della storia, e che nel suo primo discorso del professore di Cambridge si congratulò con se stesso sulla strada che stava prendendo storiografia, in cui le idee erano come le ultime cause. Di tutti loro, la libertà era la più importante per Lord Acton. Ecco, perché del suo sforzo per comporre la storia della libertà, da cui è stato detto che era probabilmente “il libro più grande, che non ha mai scritto”.

Lord Acton non ha scritto un libro in tutta la sua vita . Sì, d’altra parte, centinaia di note, recinazioni, lettere; Conferenze come “Lahistory of Libertà in antichità” o “la storia della libertà del cristianesimo” e dei saggi come la rivoluzione inglese, cause politiche della rivoluzione americana o l’influenza dell’America. Lord Acton non ha rispettato il requisito comune di non giudicare i fatti del passato con gli occhi del presente; Ma capì che la legge morale è scritta “nei tavoli dell’eternità”.

Per il nostro personaggio, un uomo è libero quando può fare ciò che crede è il suo dovere a prescindere dalla “pressione dell’autorità e la maggior parte del solito e dell’opinione “. La libertà è per lui “dominio su se stessi”, “il regno della coscienza”. Quindi, voleva studiare le forze che hanno contribuito a “mettere il controllo del governo arbitrario”; e li ha trovati in “la diffusione del potere” e in “la possibilità di attrarre un’autorità che trascende tutti i governi” (leggi il Magistero della Chiesa).

Il processo di Lord Acton, il primo a forgiare le fondamenta Della casa della libertà furono gli stoici, che “emancipavano l’umanità della loro sottomissione al governo dispotico” con la sua scoperta della legge naturale. Ma ha dato particolare importanza ai contributi del cristianesimo.

Nel Medioevo il potere è stato collegato alla Terra, non invano, questa era la principale fonte di ricchezza. Questo ha collocato i signori in una posizione di forza impoperabile.”L’unica autorità capace di resistere alla resistenza alla gerarchia feudale era ecclesiastica”, scrivi Lord Acton; E aggiungerà che “la nascita della libertà civile” sarà collegata al conflitto che ha mantenuto il clero e i signori per quattrocento anni.

Con l’ascesa delle città, gli uomini hanno scoperto i modi per guadagnarsi da vivere che non dipendevano dai proprietari della Terra e cominciarono ad aumentare le richieste che avrebbero profondamente conseguenze storiche, come quelle relative alla partecipazione politica: le tasse non sono imposte a coloro che mancano di rappresentazione e sovranità: la gente è il deposito originale del potere politico, che è scopo principale per garantire i diritti delle persone.

Secondo i secoli, le guerre di religione forzate dagli uomini per contenere “tollerano a vicenda attraverso privilegi e impegni” Ma aggiunge Signore Atton, in questo processo in cui addebiterà il principio della libertà religiosa, un “generatore della libertà civile” risalente al diciassettesimo secolo.

Come l’Europa sembrava “incapace” di generare gratis Gli stati, era in America, dice il nostro personaggio, dove hanno germogliato “le semplici idee che gli uomini devono prendersi cura dei propri affari e che la gente è responsabile davanti al cielo degli atti del loro stato”. A proposito, consiste in modo coerente, era la rivoluzione americana, non francese, quella che illuminava i diritti dell’uomo.

Lord Acton non solo si è preso cura della storia della libertà: ha anche prestato molta attenzione Al potere.

EN 1882 Mandell Creighton ha pubblicato una storia in cinque volumi del papato. Nella sua recensione, Lord Acton, visibilmente infastidito con il lavoro, ha criticato la pretesa di Creighton che le patate e i re sono stati trattati dallo storico con benevolenza. A questo, il miglior Atpon ha risposto con la sua frase più famosa: “Power Corrupts e Assolute Power Corrutta assolutamente.” “I grandi uomini sono quasi sempre uomini malvagi”, aggiunsero, anche quando esercitano influenza e non autorità. Non c’è più eresia maggiore di che un’autorità santifica chiunque lo possisca. ” Poi ha messo come esempi a Queen Isabel e Guillermo III, per rivettare: “Ecco i grandi nomi maritali con i grandi crimini. Ma escludi questi criminali per qualche ragione misteriosa. Li appenderò più in alto di Haman, non importa quanto ovvi giustizia; con più ragione, ancora più alto, per il bene della scienza storica. “Il nostro uomo ha diffidato il potere, e, quindi, anche della democrazia:” La democrazia tende naturalmente per svolgere il suo principio, la sovranità del popolo ed eliminare tutti i limiti e condizioni per esercitare. ” Anche così, ha concesso un resquismo a sperare: “Il vero controllo naturale di una democrazia assoluta è il sistema federale, che limita il governo centrale con i poteri riservati agli Stati e ai governi degli Stati con i poteri che hanno ceduto al centro Governo “.

Anche la diffidenza del nazionalismo. Poiché la libertà promuove la diversità, il conflitto tra quello e questa ideologia è stata servita. Quindi, ha affermato che il futuro della civiltà attraversò il “superamento della nazionalità”. Queste due lezioni sarebbero state molto utili nel ventesimo secolo.

Non ha salvato critiche al liberalismo, o, meglio dire, a quel liberalismo, di Adam Smith, Locke o David Ricardo, che professa a “AliCorta Faith materialist” nel collegamento tra la libertà e la proprietà. Lord Acton ha affermato che la libertà consiste, a Radice, nel “preservare un’area interiore esente dal potere di stato”, ma ha messo la coscienza in quello spazio senza capire cosa è di proprietà della proiezione di azione umana all’esterno, del mix dello spirito con importa. Allo stesso modo, non sapeva quanto sia umano e importante l’istituzione domenicale sia per la libertà.

***

Nella vita, il nostro eroe era un fallimento. Non ha dato un singolo libro alla stampa della stampa, ha vinto in politica, affrontò la sua amata chiesa e sentì che aveva perso i suoi giorni, che si è concluso solo e frainteso. Delle sue note private emana l’amarezza che gli ha causato tutto. Tuttavia, il suo lavoro molto disperso è stato recuperato da quel liberalismo rinato che è iniziato a metà del XX secolo e ha ispirato uno dei più eccellenti difensori della libertà del nostro tempo. Inoltre, la Chiesa ha raddrizzato il corso, dopo essere diventato molto distaccato dal peso di Pío Nono.

così, e di fronte a ciò che te stesso temeva, finalmente i suoi sforzi non erano nel secchio.

R. Olivar Bertrand, Lord Acton, IFlexible. Sepata de Arbor, Madrid, giugno 1954, pagina 302.
V. Lord Acton, saggi sulla libertà e potere, Unione editoriale, Madrid, 1999.Questa compilation, Walnut Dove lavora, è più ampia dell’elaborazione, sotto lo stesso titolo, dal biografo di Acton Gertrude Himmelfarb, e include diversi aforismi ed estratti che rendono le delizie del lettore. Ho selezionato, essendo particolarmente significativo, la seguente frase: “La libertà suppone di non essere presentata al controllo degli altri. Ciò richiede il controllo su se stesso e, quindi, influenza religiosa e spirituale”.
Questa tesi, espressa da un materialista Punto che sicuramente non ti piace l’Acton, è stato raccolto e sviluppato da John P. Powelson nei secoli di Economic Economic Endeavour, University of Michigan Press, 1994. Powelson non cita Acton.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *