Il tasso globale di infertilità rimane alto

  • sull’autore
Inviter TV
Inviter TV La scrittura TV è composta da comunicazione e professionisti della riproduzione assistita, che lavoriamo per offrirti il miglior contenuto.

Nel mondo ci sono quasi 50 milioni di coppie infertili, secondo un recente rapporto dell’organizzazione mondiale della sanità (OMS) che dimostra che l’infertilità non è variata negli ultimi venti anni. Tenendo conto dei grandi progressi della medicina riproduttiva, i fattori eziologici devono essere considerati.

Chi ha appena pubblicato questa ricerca basata su 277 sondaggi condotti in 190 paesi in tutto il mondo. In coppie analizzate, le donne erano in età fertile, erano tra i 20 ei 44 anni. Le coppie non erano contemplate chi non voleva figli o coloro che hanno usato metodi contraccettivi, ma quelli che avevano mantenuto sesso senza protezione e non avevano raggiunto la gravidanza.

2% dei più giovani, da 20 a 24 anni Non poteva ottenere la prima gravidanza naturalmente, che viene diagnosticata come infertilità primaria. Il 10% non potrebbe avere il secondo figlio, ciò che è noto come infertilità secondaria. Questi tassi coincidono con i dati attuali e quelli degli anni Novanta. Ciò che è aumentato è il numero assoluto di persone con problemi di fertilità, ma ciò è dovuto alla crescita della popolazione. Pertanto, se novanta erano 42 milioni di coppie infertili, nel 2010 c’erano 48,5 milioni.

Fattori che possono influenzare la fertilità possono essere infettivi, ambientali o genetici, a parte alcuni comportamenti culturali Secondo il rapporto che, nei paesi più poveri, le malattie trasmesse sessualmente, che possono causare l’ostruzione delle tube di Falloppia e i conseguenti problemi della fertilità. Invece, nei paesi più ricchi, la tendenza è di ritardare la maternità e, come è conosciuta, maggiore di più difficoltà a concepire perché la qualità e la quantità delle ovuli diminuiscono nel corso degli anni.

Il rapporto della salute mondiale Organizzazione (OMS) Tira fuori la conclusione che “è necessaria una ricerca aggiuntiva per identificare le cause eziologiche di questi modelli e tendenze. Il rapporto mostra che più attenzione viene pagata alla pianificazione familiare, per regolare il tasso di nascita e per fermare la gravidanza indesiderata che per studiare profondamente infertilità “spiega Argentine Sergio Pasqualinini, Halitus Medical Institute.” Nei paesi sviluppati i progressi tecnici rendono i problemi di fallimento essere risolti ovata, ma deve essere in posti accessibili e solo per coloro che possono permetterselo. “

In breve, è importante lavorare nella prevenzione dell’infertilità. Nei paesi più poveri, le malattie sessualmente trasmissibili devono essere prevenute. E nel più ricco, dobbiamo diventare consapevoli del fatto che il ritardo della maternità è una causa di infertilità e che c’è la possibilità di congelare gli ovli quando la donna è ancora giovane.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *