Google Analytics: i 10 10 KPIs più importanti del tuo sito web

Quanto è il mio sito web?

Per misurare il successo del tuo sito web, sono necessari molti altri fattori Le tue vendite. Ci sono altri indicatori e parametri, i cosiddetti KPI sono molto importanti nel valutare la qualità e l’evoluzione dei siti Web. Ma in quali parametri dovremmo pagare più attenzione? Purtroppo non abbiamo una risposta standard a questa domanda. I KPI che dovresti analizzare dal tuo sito web dipendono esclusivamente dall’obiettivo che ha detto sito web specifico.

Definisce gli obiettivi

Prima di iniziare a analizzare il sito web, è necessario definire chiaramente cosa fare Vuoi ottenere con il tuo sito web? Esistono due tipi di obiettivi: macro e micro.

Esempi di obiettivi macro:

  • Massimizza le vendite
  • Più pubblicità migliore

Esempi di micro obiettivi:

  • Scarica come documento PDF
  • Abbonamento alla newsletter
  • Visualizzazione di un video video

mikromakro-01

kpis & Google Analytics

Se i tuoi obiettivi sono ben definiti, sarà molto più semplice trovare quali sono i migliori KPI per il tuo sito web. Puoi analizzare molti di loro con lo strumento Google Analytics gratuito. Per renderlo possibile, è necessario accedere al tuo account Google Analytics, integrare il codice Snippet sulla pagina e iniziare ad analizzarlo.

Sotto che troverai un elenco con KPI predefiniti e una spiegazione di come utilizzare Questo strumento per la tua analisi.

Google Analytics ha diverse categorie: pubblico, acquisizione, comportamento e conversione. I seguenti sono alcuni esempi di importanti KPI per ogni categoria.

pubblico

Nella categoria “Audience” troverai report sugli utenti del tuo sito web. Puoi scoprire interessanti informazioni demografiche su Il comportamento dei tuoi utenti e sappia anche quale tecnologia usano.

googleanalytics2-203x400

Figura 1: la categoria Pubblico in Google Analytics

Numero di visitatori

Questo grafico ti mostra il livello di fedeltà dei tuoi utenti. È possibile visualizzare il numero di visite regolari che riceve il tuo sito web, la sua popolarità e soddisfazione che hanno I tuoi utenti.

I siti web popolari e amichevoli hanno spesso più visite e una maggiore fedeltà dell’utente.

L’evoluzione del numero di visite può essere trovato Nella categoria di “Pubblico”, sottocategoria “comportamento” e “frequenza e assiduità”.

Audien CIA - 565X400

Figura 2: Numero di visitatori

Nella tabella è possibile visualizzare il numero di visite che ciascuna pagina riceve, il numero di utenti che sono tornati al tuo Pagina e quante altre pagine visitate.

Rapporto utente nuovo / ricorrente

Con l’aiuto dei cookie, Google Analytics ti informa se un utente era già stato prima sul tuo sito web, o se È una nuova visita.

neue-und-wiederkehrende-besucher

figura 3: nuovi e ricorrenti visitatori

Tuttavia, potrebbe causare errori nei risultati poiché gli utenti possono eliminare i cookie e in questo modo Google Analytics potrebbe classificare gli utenti come prima visita quando sono in realtà clienti. Sebbene non sia troppo importante, in questo caso, che questi risultati sono accurati. Ciò che conta davvero per questa analisi è la tendenza osservata per un determinato periodo di tempo.

Se hai una grande percentuale di utenti che tornano a visitarti, possiamo concludere che il tuo sito web sia interessante per i tuoi utenti E che il contenuto è buono. Tuttavia, se un numero molto alto di nuovi utenti visita il tuo sito web possiamo dire che la tua campagna pubblicitaria sta andando bene. Prendi un’analisi tra il rapporto tra nuovi utenti e utenti abituali rispetto alle misure di marketing che stai facendo in quel momento, insieme ad un’analisi del tuo sito web.

Suggerimento: selezionare ulteriori parametri per fare confronti e valutare i canali più popolari tra i visitatori, quindi puoi migliorarli.

Font-385x400

Figura 4: Restituzione dei visitatori

Osservare la sorgente nel grafico attraverso il quale i tuoi utenti usuali accedono nuovamente al tuo sito web.

Durata della sessione

In “Audience”, “Comportamento” e “Interazione” Vedrai la durata della visita degli utenti.

Comportamento-interazione-193x400

Figura 5: Conoscere la durata della visita con Google Analytics

Ci sono diversi gruppi in questa sezione.Il primo gruppo, ad esempio, troverai gli utenti che erano sul tuo sito per meno di 10 secondi. Non dimenticare che in questo gruppo gli utenti che hanno lasciato il sito web sono anche inclusi immediatamente, probabilmente perché non hanno trovato quello che stavano cercando.

Figura 6: sessioni senza rimbalzo

Suggerimento: filtra quegli utenti che hanno immediatamente abbandonato il tuo sito web con il comando “Sessioni non rimbalzi “.

tasso-rimbalzo-604x400

Figura 7: Durata della visita

Le sessioni lunghe mostrano che il tuo sito web è interessante per i tuoi utenti. Pertanto, se quasi tutti gli utenti non rimangono molto tempo sul tuo sito web, analizza se stai veramente offrindo loro ciò che stanno cercando.

Tassi rimbalzo

Il tasso di rimbalzo o abbandono è un indicatore molto importante per l’analisi dei siti Web. Questo KPI mostra la percentuale di visitatori che hanno visualizzato una singola pagina o ha lasciato immediatamente il sito Web, cioè il Porcentaj. E rimbalzo.

rimbalzo

Figura 8: Tasso di rimbalzo su Google Analytics

La velocità di rimbalzo non Ti mostra solo che i visitatori lasciano rapidamente la tua pagina, ma è anche un fattore che agisce contro il tuo sito web nell’indicizzazione nei motori di ricerca: se hai molti visitatori che abbandonano immediatamente la tua pagina, è molto probabile che non abbiano trovato ciò che si aspettavano . Ciò può anche avere un effetto negativo sulla valutazione del tuo sito web nei motori di ricerca e, pertanto, ha un impatto negativo sul tuo posizionamento nei risultati della ricerca.

Suggerimento : Un alto tasso di rimbalzo può essere dovuto a diversi motivi:

  • scoraggiare il disegno
  • Little usabilità
  • Gli utenti trovano immediatamente informazioni che stavano cercando

Un alto numero di visitatori che hanno visto solo una pagina non deve essere negativo. Per questo motivo consigliamo di eseguire un’analisi della tua tassi di abbandono e valutiamo le possibili ragioni.

Acquisizione

La categoria di acquisizione in Google Analytics ti mostra le fonti del tuo sito web .

acquisizione-238x400

figura 9: area di acquisizione in Google Analytics

Visite organiche

In “Acquisizione” e “Panoramica” è possibile visualizzare il numero di visitatori che hanno inserito il tuo sito web attraverso i risultati organici dei serps.

googleanalytics10-382x400

Figura 10: Visita canali

Ci consentirà di determinare la proporzione di utenti che hanno trovato il tuo sito web attraverso i risultati organici dei serps.

In questo modo, è possibile determinare la proporzione di tutti gli utenti che visitano il tuo sito web tramite risultati di ricerca organici.

Sotto “SEO” e “Consultazioni”, puoi vedere le parole chiave che hanno portato Agli utenti alla tua pagina.

Suggerimento: è possibile monitorare l’evoluzione delle parole chiave per un determinato periodo. Questa parola chiave genera più traffico o sta perdendo importanza?

Numero di visite alla newsletter

Nella categoria “Acquisizione” e “Campagne”, è possibile monitorare altri campagne di marketing a parte le campagne di AdWords e analizzano la loro evoluzione.

campagne-654x400

figura 11: monitoraggio di varie campagne di marketing in Google Analytics

Ad esempio, è possibile monitorare la tua campagna newsletter aggiungendo i parametri corrispondenti all’URL della newsletter. In questo modo Google Analytics è possibile identificarlo.

Suggerimento: Google Analytics assegna la conversione all’ultima campagna con cui l’utente aveva interazione.

Comportamento

Il rapporto “comportamento” fornisce dettagli sull’uso delle sottopages, così come il modo in cui gli utenti interagiscono con il contenuto del tuo sito web.

Comportamento-224x400

Figura 12: la categoria “Comportamento” in Google Analytics

Tempo medio di caricamento della pagina

Il tempo di carico medio della pagina è nella vista generale in “Comportamento” e “Situazione del sito”.

time- de-load-740x380

Figura 13: Tempo medio di caricamento

Suggerimento: i tempi di carico lunghi sono sfavorevoli sia per i visitatori che per i motori di ricerca. Se i visitatori devono aspettare troppo a lungo per una pagina da caricare, nella maggior parte dei casi lascia semplicemente la pagina e probabilmente vai al sito web di un concorrente.I motori di ricerca considero anche il tempo di caricamento della tua pagina nella classifica di posizionamento.

Pertanto, è necessario assicurarsi sempre che i tempi di carico il più corti possibile. Ciò è dovuto al fatto che i tempi di carico lunghi hanno anche un impatto negativo su altri parametri come velocità di rimbalzo.

Tempo medio sulla pagina

Un altro parametro importante è il tempo medio che a I visitatori rimane sulla pagina. Questo può essere visto in “comportamento”.

time-on-page-740x309-1-1-740x309

Figura 14: Durata Dalla visita media

Qui è possibile controllare il tempo che un visitatore rimane sulla pagina e, pertanto, valutare se gli utenti hanno trovato le informazioni di cui hanno bisogno nelle rispettive sottopagamenti.

Suggerimento: prima di tutto, analizzare le tue più importanti sottopagamenti a seconda della durata della visita. Per fare ciò, fare clic sull’URL corrispondente sotto” Contenuto del sito “e” Tutte le pagine “per vedere Le pagine di queste sottopage.

reddito adsense

Puoi anche monitorare le tue vendite in Google Analytics. Per le campagne adsense in particolare, è necessario inserire il “comportamento” e Sezione “Adsense”.

Suggerimento: per utilizzare questa funzione Il tuo account AdSense deve essere collegato al tuo account Google Analytics. Puoi anche farlo q “Impostazioni”, “account” e “collegamenti adsense”

conversione

La categoria “Conversion” analizza i tuoi obiettivi e se li hai raggiunti.

Conversioni-179x400

Figura 15: Conversioni di intestazione

Rapporto di conversione

In Categoria “Conversione” È possibile visualizzare il rapporto di conversione dei tuoi obiettivi e identificare quante transazioni sono state eseguite in un dato periodo di tempo.

Alcuni esempi di transazioni sono:

  • Acquista un prodotto
  • Abbonamento alla newsletter
  • Lettura di un elemento
  • Spedizione una richiesta di acquisto

ciascuno di questi esempi rappresentano una conversione. Cioè, il termine conversione si riferisce al raggiungimento di un obiettivo specifico.

grafico-conversioni-740x307

Figura 16: Ratio Conversione

Suggerimento: Per prima cosa devi definire gli obiettivi del tuo sito web presso Google Analytics. Per questo, basta cliccare su “Amministratore”, “Visualizza” e “Obiettivi”. Selezionare “Set Obiettivi”.

Obiettivi-687x400

Figura 17: Imposta gli obiettivi di Google Analytics

Non fidarti solo in un singolo parametro

Ora sai come Google Analytics può aiutarti a valutare le prestazioni del tuo sito web Ma fa attenzione! Non fidarti mai di un singolo parametro. Il fatto che le vendite del tuo negozio online siano in aumento non significa necessariamente che tu stia ottenendo più vantaggi. Forse anche il numero di ritorni è aumentato? Forse anche più delle vendite? Ciò significherebbe che il tuo vantaggio è sceso e che l’hai perso semplicemente considerando un singolo parametro.

Come spiegato all’inizio, è necessario definire correttamente gli obiettivi macro e micro del tuo sito web e considerare i parametri che Deve essere monitorato regolarmente per questo è possibile mantenere una buona panoramica.

La pratica fa la perfezione! Analizza il tuo sito web con Ryte Free

Avvia ora!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *