Foto Ark: L’arte di Joel Sartore


Questa storia fa parte della foto Ark, di Joel Sartore, il più grande catalogo fotografico del mondo di specie in pericolo di estinzione. Non perdere la mostra fotografica presso il Museo Nazionale delle Scienze Naturali di Madrid, dal 5 ottobre al 5 gennaio. Ulteriori informazioni qui.

Photo Ark è un progetto geografico nazionale pluriennale che ha una missione molto semplice: creare ritratti delle 12.000 specie nel mondo del mondo Lasciali sparire e ispirare milioni di persone per preoccuparsi di loro. Le immagini emblematiche di Joel Sartore sono state proiettate sulle facciate dello Stato dell’Impero e del quartier generale delle Nazioni Unite a New York, e sulla Basilica di San Pedro nella città del Vaticano.

Molte specie sono a corto di tempo. Quando uno scompare, ci influenza tutti. Questo è il motivo per cui le persone provenienti da tutto il mondo stanno dando la voce di allarme e sensibilizzando il pubblico sulla specie a rischio.

L’interazione degli animali con il loro ambiente è il motore che mantiene il pianeta in buona salute così Che tutti possiamo goderci. Tuttavia, molte specie non hanno poco da scomparire. Ecco perché National Geographic, insieme al fotografo Joel Sartore, lavora per trovare soluzioni per salvarle.

Con il supporto, documentiamo tutte le specie sotto la cura umana per far preoccuparti delle persone e aiutare a proteggere a questi animali . Puoi anche aiutare a finanziare i progetti di conservazione del terreno che si concentrano su tali specie con una necessità più urgente da proteggere, oltre a programmi educativi che promuovono una vera connessione con le creature che coesistono con noi sul pianeta.

Questo sforzo pluriennale creerà ritratti intimi di almeno 12.000 specie di uccelli, pesci, mammiferi, rettili, anfibi e invertebrati. Una volta completata, la foto Ark servirà come un importante record dell’esistenza di ciascun animale e come un potente testamento che trasmetterà l’importanza di salvarli.

Il fotografo del National Geographic Joel Sartore ha iniziato la foto Ark nel suo Città natale, Lincoln, Nebraska, nel 1995. Da allora, ha visitato 40 paesi nel suo sforzo per creare questo file fotografico della biodiversità globale.

Ad oggi, Sartore ha ottenuto ritratti di 7.000 specie, la maggior parte di loro Fotografie con sfondi totalmente bianchi o neri. Indipendentemente dalle sue dimensioni, ogni animale è trattato con la stessa quantità di affetto e rispetto. Il risultato sono ritratti che non sono solo incredibilmente belli, ma sono anche intimi ed emotivi.

“Ciò che muove le persone è il contatto visivo”, afferma Sartore, riferendosi alle espressioni di animali. “Essi trasmettono … una sensazione di compassione e il desiderio di aiutare.”

Foto Ark supporterà i progetti di conservazione a terra per proteggere e salvare le specie che stanno diminuendo. Il finanziamento e l’attenzione saranno forniti alle specie in via di estinzione (compresi i mammiferi, i rettili, gli anfibi, gli uccelli e i pesci) a cui abbiamo l’opportunità di aiutare e che al momento non abbiano l’aiuto delle organizzazioni che li proteggono.

Tutte le specie sono ugualmente importanti: la tigre non è altro che il coleottero della tigre; L’elefante non è altro che la tartaruga della palude, e così via. Un mondo pieno di animali adorabili come leoni, koala o orsi panda – il più spesso piace al pubblico – sarebbe certamente prezioso, ma dobbiamo salvare la biodiversità nel suo complesso, e che include insetti, serpenti e altri organismi per i quali facciamo Non sentire tanto apprezzamento.

Per saperne di più, visitare la foto del progetto dell’Arca nazionale della foto geografica. Puoi aiutarci a diffondere il messaggio utilizzando l’hashtag #Savetogether sui social network.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *