era un rivale di Jaime Munguía e ora può essere rivale da Oscar de la Hoya

in sintonia con la tendenza mondiale che si svolge nella boxe in relazione ai reperti e ai quartieri pensionati, essere Nel combattimento della mostra come Mike Tyson ha fatto o in vero combattimento come i due che Sergio Maravilla Martínez ha avuto, per mesi che sta pianificando il suo ritorno è Oscar de la Hoya.

Ma l’excampimento mondiale di sei diversi Le divisioni del peso desiderano differenziare sia dal ferro Mike, perché non vuole che la sua lotta sia una mostra, come l’Argentina, perché vuole che il suo rivale sia più o meno all’interno di un’élite di pugili attuali.

Così le cose, che hanno sollevato la mano da ricevere da La Hoya ai quadrilaterali c’era l’irlandese Gary O’sullivan, che detiene un record professionale di 30 vittorie e 4 sconfitte. Il combattente di 36 anni deriva dall’affrontare qualsiasi cosa in meno di Jaime Munguía, promosso con precisione dal Hoya del Golden Boy, prima di chi è caduto da knockout nel gennaio 2020.

“sarebbe un combattimento da sogno, sarebbe una grande lotta da ottenere, che è un campione del mondo 11 volte, sei divisioni di peso e medaglia d’oro olimpica, e ho visto che sono il secondo preferito tra i corridori di scommesse negli Stati Uniti per ottenere quella lotta “, ha detto O’Sullivan a Sunday Sport.

E in relazione alle sue possibilità di affrontare chi è una leggenda autentica sopra il quadrilatero, ha aggiunto: “È una lotta che può essere guadagnata perché è stata ritirata per 11 anni. Il mio allenatore, Pasqual Collins, è stato in Golden Boy, penso che sia una possibilità, ma non sono sicuro che succede, vedremo. “

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *