Due imprenditori moltiplicano la loro produzione di fatturazione Kombucha

Due imprenditori che hanno lasciato il loro lavoro come ingegneri negli Stati Uniti per aprire un modo e un mercato in Spagna a Kombucha, Una fortuna di tè verde fermentato basato su una colonia di batteri e lievito che viene utilizzato anche per la produzione di Kéfir, e che si traduce in una bevanda non alcolica con bolle sottili, si sono moltiplicati per 15 fatturazione mensile da quando hanno iniziato il loro viaggio d’affari, Con la fabbrica in un poligono di Atarfe, nell’area metropolitana di Granada, in coincidenza con l’inizio della pandemia di Covid-19.

come questo Spiegato in Europa Press Raúl de Frutti, uno di questi due giovani imprenditori che, ora in trio, si sono incontrati nella loro fase come studenti universitari di ingegneria industriale a Madrid, e, che, già basata su Chicago, dove sono des Plazon per finire la sua carriera, ha visitato gli Stati Uniti, conoscendo le esperienze dei diversi produttori di Kombucha, una bevanda vegana che li ha affascinati.

Kombucha, che esiste da Migliaia di anni fa, e che ha le sue origini in Asia, è popolare con diverse varietà e sapori, specialmente nell’ultimo decennio, nel Nord America dalla California, dove le persone amano frutta e il loro partner, Fernando Martín, interessato a “vita sana “o” Sport “cominciò a chiederlo a barre o caffè come” alternativa “alle bevande alcoliche o zuccherate.

con quello che potrebbero imparare negli Stati Uniti United, e dopo aver lavorato in settori relativi all’industria aeronautica o alla tecnologia, sono tornati in Spagna, dove iniziative come le iniziative cominciate a articolare nel 2019, sotto la denominazione Ríver Kombucha, sono ancora minoranze, e anche la conoscenza di questa bevanda, composta da tè, acqua e zucchero, con Scoby, acronimo del s Acronimo in inglese di una colonia simbiotica di batteri e lievito che viene utilizzato per la fabbricazione di prodotti come il Kefir, e che “fa tutta la magia” come fermentatore.

Questo ha spiegato Raúl de Fruit, che ha evidenziato che il risultato è una bevanda a basso contenuto calorico e zucchero che “non ha nulla a che fare con il tè”, una volta ha attraversato il processo di fermentazione tra due e quattro settimane stanno facendo in una fabbrica ad Atarfe, in cui la compagnia, a Quali altri cinque sono collegati, si basa, distribuendo ogni mese circa 10.000 bottiglie.

Prendi i probiotici naturali, ha “bolle fini” senza essere aggiunto artificialmente ed è “rinfrescante e benefico per la salute”, è stato ricordato che è stato nel 2019, già con la sua “ricetta” definita, quando il progetto è iniziato con il trattamento delle diverse certificazioni di salute ed ecologica e il condizionamento d e le sue strutture.

È la prima azienda di queste caratteristiche della provincia focalizzata sul Kombucha, una bevanda la cui produzione è più diffusa in paesi come la Gran Bretagna o la Francia, ha riportato il co-fondatore di esso , Che, al momento, va avanti con i risparmi dei suoi fondatori, senza il sostegno dei programmi ufficiali, ed è in trattative con l’Università di Granada per aprire un modo collaborativo.

“Molte persone scrivono noi “contaci” che “è andato” dalla Spagna “per mancanza di opportunità”, e il messaggio di questa esperienza è che “è possibile tornare” e “portare nuove idee e innovare”, ha specificato.

Negozi online ed ecologici

Distribuisci questa bevanda energetica e che aiuta a perdere peso attraverso il proprio negozio “online” ma anche negli stabilimenti che scommettono sui prodotti biologici, essendo in contatto con oltre 500 anni La Spagna, inizia a inserire il settore dei restauro ed esplora il mercato straniero.

Le vicissitudini di questo 2020 hanno un esempio paradigmatico in questo progetto. Dopo mesi di preparati, questi imprenditori con sede a Granada hanno venduto i loro primi prodotti, per coloro che utilizzano prodotti di mercato nelle vicinanze, come l’Huelva per le fragole ecologiche con cui danno sapore a una delle loro varietà di Kombucha, a marzo, quando il Covidi -19 La pandemia cominciò a rendere il caos.

Tè verde viene dalla Cina anche se lo comprano per un distributore locale. È, in ogni caso, e oltre i risultati economici che vogliono consolidare senza rinunciare alla “autenticità” del loro prodotto, un buon momento per “educare” su questa bevanda ancora sconosciuta, e che può essere incorniciata in un nuovo modello di più in pausa Consumo e preoccupato per i dintorni, in linea con un’idea di “sostenibilità”.

“Le persone ogni volta sembrano più gli ingredienti del cibo”, ha riassunto con i frutti, che influenzano il bisogno di bevande per non portare “troppo zucchero” e si basano su “ingredienti reali, non ultrapricati” , Come lo zenzero o la curcuma, cambiando “un po ‘le regole del gioco”, non solo al momento del mangiare, ma anche di partire,

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *