Dialogo interreligioso (Italiano)

Mentre è stato sempre il dialogo tra gli uomini di diverse credenze religiose, la creazione di forum formali di dialogo tra i leader religiosi che presentano l’adesione dei fedeli in maggior numero è un fatto proprio del ventesimo secolo. Tra i fattori che sono stimati influenzati dalla formulazione efficace di questo dialogo, la creazione del Parlamento mondiale delle religioni (1893), un rapporto ha diritto di riconsiderare le missioni (1932) redatte da protestanti americani, il rinascimento del buddismo e l’aumento della migrazione del non -Christiano fedele o ebrei verso le nazioni dell’Occidente. Tra i cristiani protestanti, il dialogo è stato sviluppato principalmente attraverso il Consiglio mondiale delle Chiese.

Da parte sua, i cristiani cattolici avevano nella dichiarazione del Consiglio Vaticano II dal titolo Nostra Aetato, sulle relazioni della Chiesa. Con religioni non cristiane, una delle pietre miliari più importanti nella propiziazione del dialogo interreligioso, che è stato esteso attraverso il Segretariato per i non cristiani, istituito da Paolo VI nel 1964 e ha continuato con il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, creato da John Paolo II nel 1988 con la Costituzione bonus del pastore apostolico. Il suo successore, Papa Benedetto XVI, in occasione dell’incontro interreligioso della preghiera per la pace in Assisi 2006, ha spiegato che questo evento cerca la conversione dei cuori alla pace, e non esprimendo un sincretismo religioso, affermando anche quella religione, non può essere ma Annunciario di pace, sottolineando che nessuno è lecito riguardo alla ragione della differenza religiosa come un pretesto di un atteggiamento bellicoso nei confronti di altri esseri umani. Da parte sua, Papa Francesco, nella sua prima esortazione apostolica, Evangelii Gaudium, deferito al Vangelo e l’importanza del dialogo interreligioso. Iscriviti, su altre opportunità che ha ricordato in diversi incontri interreligiosi, che le religioni aiutano il mondo a trovare la pace, non Guerra, quindi non dovrebbero mai essere manipolate a favorire conflitti e scontri, come la firma del documento sulla fraternità umana per la pace mondiale e la coesistenza comune

anche il movimento del Focolare, è dedicato alla promozione della fraternità universale e dialogo con altre culture e religioni non cristiane.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *