consente ai tuoi figli annoiati, saranno più creativi e fantasiosi

annoiati è un’arte che i bambini devono imparare in base a sperimentare come gestire il loro tempo libero dal libero arbitrio. È come imparare il modo in cui uno scrittore o una tela vuota affronta un pittore.

L’arte di non fare nulla sembra proscritto nella società d’azione per ottenere risultati. Questo si riflette nei bambini che non sanno come annoiarsi perché sono circa stimolati con attività extrascolastiche nel loro tempo libero o con piani che riempiono il loro svago senza lasciare un gap, semplicemente, non fare nulla. “Perché gli sforzi degli adulti in modo che i bambini siano occupati tutto il tempo? Perché prendono un giocattolo infinito per trascorrere il pomeriggio fuori? Ci sono molte ragioni per indicare i ragazzi a extracurricolari, uno di loro è coperto il pomeriggio in modo che lo facciano non annoiarsi. Come zaino è pieno di giochi e bambole in modo che la creatura non si annoia se trascorrerà il pomeriggio fuori. Forse, con questo ciò che abbiamo ottenuto non è quello di dare spazio alla creatività nel gioco. Su molte occasioni, è necessario che i bambini si annoiano per trovare il modo in cui non accade e quindi creare nuovi spazi e attività. Se hanno dato tutto il fatto, perché stanno andando a disturbare?, non vedere il bisogno “, commenta Cristina De La Rosa Tineo, Psicologo, Psicoterapeuta e Membro del Centro Nodi.

Grandi idee e invenzioni sono state forgiate sotto l’ombrello della vita contemplativa. “E se il bambino si annoia? Cosa succede? A volte hai l’impressione di non aver concepito che un bambino si annoia, quando in realtà non succede nulla se ciò accade. È un’opportunità per promuovere la creatività. Non la sottovalutiamo, è una qualità molto positiva quando si tratta di gestire nel mondo. La creatività può aiutare a essere più osservatore, più comunicativo e risolutivo. Alla fine, il processo creativo non cessa di essere un’attività mentale “, spiega lo psicologo.

La busta dei bambini con schermi, dispositivi mobili, videogiochi e computer non lascia spazio a qualcosa di importante come la gestione della noia o del tempo in bianco per non fare nulla. “I bambini sono un soggetto passivo con questo tipo di gioco, non devono immaginare o creare nulla, è importante imparare a annoiare, perché viviamo nella società di fare ed essere costantemente intrattenuti o immersi in qualcosa. Coltiviamo Molto poco ed essere, che è fondamentale. Molte volte, facciamo continuamente le cose senza fermarsi, per non incontrarci. Non sappiamo come essere soli, ancora, disoccupati. Può essere un tentativo di riempire un aspirapolvere ed evitare Venendo in contatto con i sentimenti stessi e con ciò che ci succede. Se impariamo dai bambini, sarà meglio, a causa degli adulti che abbiamo integrato “, consiglia a Carla Valverde, uno psicologo clinico per bambini e giovanile del centro di salute mentale di Alcobendas .

lunghe vacanze estive sono il momento per eccellenza per disidia e riposo, quindi diventano un buon momento per avere foglio bianco dell’ordine del giorno ed essere in grado di riempirlo in modo creativo, anche senza fare nulla. Tuttavia, se vuoi e I bambini UDAR per gestire il loro tempo libero possono essere sollevati “semplici alternative di gioco, come petanque, taglio di capelli o passeggiando attraverso la natura per scoprire dettagli, aspetti o sfumature che in altre occasioni sono sfuggiti da fretta o la mancanza di tempo contemplativo. In questo modo, i bambini vengono insegnati a godere di piccole cose “, spiega lo psicologo Carla Valverde, che offre diverse linee guida per i genitori per risvegliare la creatività e l’immaginazione dei bambini quando gestisce il loro tempo libero. “Dai cose come folio in bianco, argilla o anche oggetti di tutti i giorni, come un calzino, che diventa cose così divertenti come un burattino o una scatola di cartone che può essere una cabina. È un modo per farli capire il potenziale che hanno il oggetti che ci circondano. Raccomando anche le attività di meditazione per i bambini per imparare ad essere qui e ora, perché un libro che consiglio è calmo e attento come una rana, da Elina Snel, in modo che i bambini sanno con se stessi e imparare Fermati e prenditi consapevole delle loro emozioni. Si tratta di essere nel mondo senza entrare nella ruota della stimolazione in corso e fare continuamente, “consiglia Carla Valverde.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *