4 Suggerimenti per creare un buon repository di conoscenza

Español

Si stima che ci siano 1,8 milioni di articoli scientifici pubblicati ogni anno, ma la metà di loro non viene letto da nessuno, tranne che per i suoi revisori e gli editori. Poi o il 50% della ricerca è inutile (e quindi il 50% dei fondi sprecati), o abbiamo un problema serio per scoprire la conoscenza.

Molte istituzioni pubbliche e private sono sempre più importanti per la diffusione della conoscenza . Pertanto, come può un’istituzione dare maggiore esposizione alle tue indagini, pur mantenendo il controllo della tua agenda di ricerca? Come possiamo rendere i nostri oggetti facili da trovare e, soprattutto, come possiamo tenere traccia degli appuntamenti dei nostri articoli? Ecco alcune raccomandazioni per migliorare i tuoi repository e migliorare l’impatto della tua ricerca.

Pubblicazione, revisione peer e il contatto con il diario specializzato farà sempre parte della comunicazione accademica e un ricercatore sarà sempre essere conosciuto per il suo lavoro. Ciò che sta cambiando è il mezzo attraverso la quale la comunicazione ha luogo. Prima, lo scopo delle idee di un accademico era limitato alla circolazione della rivista dove li ha presentati, ora la trascendenza si estende a tutti.

Lo scopo non è più un fattore limitante, ma l’attenzione fornita A ciascuna pubblicazione è diminuita perché il volume totale degli articoli di ricerca è cresciuto. L’attenzione ricevuta da un articolo accademico è quello che ora determina l’impatto di un investigatore. Pertanto, è importante che le nostre conoscenze raggiungano il pubblico preciso, che non includa più altri accademici, ma anche medici, pazienti, pazienti, responsabili politici, pubblico in generale e persino algoritmi di apprendimento automatico.

2Collegare il tuo repository Ai tuoi social network e scegliere la licenza appropriata

La ricerca ha dimostrato che gli elementi di accesso aperti disponibili sul Web hanno un impatto maggiore rispetto a quelli offerti in commissioni di abbonamento. I materiali di condivisione dei social network si nutrono e modificano gli algoritmi di raccomandazione di molte applicazioni Internet e possono quindi aiutare a migliorare la visibilità delle pubblicazioni.

Sfortunatamente, le leggi sul copyright sono ancora progettate per l’era di stampa e il computer complesso che si collega Le persone su Internet annega quando cercano di svelare chi dovrebbe essere in grado di accedere, condividere o leggere quale versione di ciò che il contenuto. La cosiddetta licenza di contributi creativi comuni è fondamentale in questi casi, perché aiutano a chiarire i diritti d’uso di ciascuna pubblicazione.

3DEFINE il suo modello operativo

I modelli basati su abbonamento hanno fatto Possibile crescita costituita da molte riviste ed è stata essenziale per la conservazione del registro accademico. I repository aperti, come SCielo e Arxiv e i repository istituzionali hanno oggi una grande sfida di sostenibilità e, in generale, non sono in grado di assumere lo stesso livello di risorse che supportano una società commerciale. Tuttavia, le organizzazioni senza scopo di lucro ben gestite sono in grado di fornire ai servizi che nessuna società commerciale è capace, e quindi entrambi continueranno ad essere una parte importante dell’infrastruttura della comunicazione accademica.

In futuro, Vedo progetti aperti a seguito che seguono un percorso simile alla open source, nel senso che verrà introdotto servizi aggiunti più elevati che verranno offerti complementari ai contenuti gratuiti, fornendo informazioni sui dati aggregati a livello globale che possono descrivere le tendenze.

4USE Metrics per comprendere il tuo impatto

Grazie ai dati aperti memorizzati sul web, sempre più applicazioni consentono di capire l’impatto della tua ricerca e analizzare. ImpactStory offre un pannello di controllo personale del tuo livello di cura; L’obiettivo fornisce un modo flessibile ed efficiente per visualizzare i documenti su un’ampia gamma di dispositivi; ScienceScape, un motore di raccomandazione per la scienza, fornisce una panoramica di un campo e facilita l’ingresso da parte dei nuovi operatori; E Mendeley, la mia azienda, fornisce raccomandazioni, strumenti collaborativi e metrici per i ricercatori in tutte le discipline.

Quali modifiche vedi dalla tua prospettiva?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *