1 re 19: 5-20: 43reina-valira 1960

5 E lancio sotto il ginepro, si è addormentato ; Ed ecco, un angelo lo toccò e disse: alzarsi, mangiare.

6 Poi guardò, ed ecco la sua intestazione una torta cotta sulle braci e un vaso d’acqua; E ha mangiato e bevuto, e ha dormito di nuovo.

7 e tornando l’angelo di Geova la seconda volta, lo toccò, dicendo: Alzati e mangia, perché rimane una lunga strada.

8 si è alzato, quindi, e mangiato e bevuto; E rafforzato con quel pasto ha camminato quaranta giorni e quaranta notti a Horeb, la montagna di Dio.

9 E lì è entrato in una grotta, dove ha trascorso la notte. E venne da lui la Parola di Geova, che ha detto: cosa stai facendo qui, Elijah?

10 Ha risposto: Ho sentito uno zelo dal vivo da Geova Dio degli eserciti; Poiché i figli d’Israele hanno lasciato il tuo alleanza, hanno abbattuto i tuoi altari e hanno ucciso la spada ai tuoi profeti; E solo io sono rimasto, e mi cercano di portare via la mia vita. (A)

11 Ha detto: sale fuori, e messo sulla montagna prima di Geova. Ed ecco, è passato Geova, e un grande e potente vento che ha rotto le montagne, e ha rotto le rocce prima di Geova; Ma Geova non era nel vento. E dopo il vento un terremoto; Ma Geova non era sul terremoto.

12 e dopo il terremoto un incendio; Ma Geova non era in fiamme. E dopo il fuoco una voce ancora piccola.

13 E quando Elijah lo sentì, copriva la sua faccia con il suo manto e uscì, e andò alla porta della grotta. E qui venne una voce a lui, dicendo, cosa stai facendo qui, Elia?

14 Ha risposto: Ho sentito uno zelo dal vivo da Geova Dio degli eserciti; Poiché i figli d’Israele hanno lasciato il tuo alleanza, hanno abbattuto i tuoi altari e hanno ucciso la spada ai tuoi profeti; E solo io siamo rimasti, e mi cercano di prendere la mia vita. (B)

15 E Geova disse: Vai, vai per la tua strada, attraverso il deserto di Damasco; E arriverete, e ti unirai a Hazael per il re della Siria. (c)

16 A Jehu figlio di nimsi si ungherà da re su Israele; (d) ed Eliseo figlio di Safat, da Abel- Mehola, unto per quello è un profeta nel tuo posto.

17 E quello che fugge dalla spada di Hazael, Jehu lo ucciderà; E quello che fugge dalla spada di Jehu, Eliseo lo ucciderà.

18 E li farò rimanere in Israele settemila, le cui ginocchia non si piegarono davanti a Baal, (E) e le cui bocche non lo baciarono.

Chiamata di Eliseo

19 Iniziandolo da lì, trovò Eliseo figlio di Safat, che stava arando di dodici giunti di fronte a se stesso, e aveva l’ultimo. E passando Elijah davanti a lui, gettò il suo manto su di lui.

20 Allora lasciagli i buoi, è venuto correre in Pos de Elías, e disse: Ti prego di lasciarmi baciare mio padre e mia madre, e poi ti seguirò. E ha detto: vai, torna indietro; Cosa ti ho fatto?

21 E si voltò, e ha preso un paio di buoi e li ha uccisi, e con l’aratro dei buoi cucinarono la carne, e gli diede al popolo a mangiare. Poi si alzò e andò dopo Elijah e lo ha servito.

Acal sconfigge i siriani

20 poi il re Ben-Adad della Siria si unì al suo intero esercito, e con lui a trentadue re, con cavalli e auto; E salì e piega Samaria, e lo ha combattuto.

2 e inviato messaggeri alla città ad Achab re di Israele, dicendo:

3 così ha detto Ben-Adad: i tuoi soldi e il tuo oro sono miei, e le tue donne e il tuo oro Bellissimi bambini sono miei.

4 E il re di Israele rispose e ha detto: come te, il King Mr. Mío, io sono tuo, e tutto ciò che ho.

5 Restituire nuovamente i messaggeri, ha detto: così Ben-Adad ha detto: ti ho inviato per dire: il tuo argento e il tuo oro, e le tue donne e i tuoi figli mi darà.

6 Inoltre, domani in questo momento ti manderò i miei servi, che registreranno la tua casa e le case dei tuoi servi; E prenderanno e prenderanno tutto prezioso che hai.

7 Poi il re di Israele chiamò tutti gli anziani del paese, e disse loro: Emerse, e vedere ora come non cerca male; Bene, mi ha mandato per le mie donne e i miei figli, e per i miei soldi e per il mio oro, e non l’ho rifiutato.

8 E tutti gli anziani e tutte le persone gli hanno risposto: non obbedire a lui, o fare ciò che chiede.

9 Poi ha risposto agli ambasciatori di Ben-Adad: Dì il re mio Signore: farò tutto ciò che hai inviato al tuo servo all’inizio; Ma questo non posso farlo. E gli ambasciatori erano, e gli hanno dato la risposta.

10 e Ben-Adad lo mandò di nuovo dire: Quindi gli dei mi fanno, e mi aggiungono ancora, che la polvere di Samaria non sarà bastata dai pugni di tutte le persone che mi seguono.

11 E il re di Israele rispose e disse: Digli di non lodare così tanto che annuisce le armi, come colui che si occupa di loro.

12 E quando ha sentito questa parola, essendo bevuta con i re nei negozi, disse ai suoi servi, li hai. E si sono creati contro la città.

13 Ed Ecco, un profeta è venuto ad Achab King of Israel e ha detto: Allora Geova ha detto: hai visto questa grande folla?Qui ti darò oggi nella tua mano, in modo che tu sappia che sono Geova.

14 e rispose Achab: dalla mano dell’uomo? Ha detto: Così ha detto Geova: a mano dai servi dei principi delle province. E ha detto Achab: chi inizierà la battaglia? E lui rispose: tu.

15 Poi ha esaminato i servi dei principi delle province, che erano duecentotrentadue. Poi ha recensito tutte le persone, a tutti i figli di Israele, che avevano settemila.

16 e hanno lasciato a mezzogiorno. Ed Era Ben-Adad Bere e ubriaco nei negozi, lui e i re, i trentadue re che erano arrivati nel suo aiuto.

17 E i servi dei principi delle province sono usciti il primo. E Ben-Adad aveva inviato chi gli ha dato nota, dicendo: Gli uomini della Samaria hanno lasciato.

18 Ha poi detto: se sono usciti per la pace, prendonoli vivi; E se sono usciti per combattere, prenderli vivi.

19 I servi dei principi delle province e dal loro esercito, e dopo il loro esercito.

20 e ucciso ciascuno che è venuto contro di lui; E i siriani fuggì, seguendo quelli di Israele. E il re della Siria, Ben-Adad, fuggito su un cavallo con alcune persone di cavalleria.

21 E il re di Israele uscì, e ferito le persone a cavallo, e le macchine, e non hanno smorzato i siriani che li fanno caos.

22 è arrivato il Profeta al re di Israele e ha detto: Vai, rafforza, e vedere cosa fai e guarda cosa fai; Perché ha trascorso un anno, il re della Siria verrà contro di te.

23 E i servi del re della Siria gli hanno detto: i suoi dei sono dei delle montagne, ecco perché ci hanno sconfitti; Ma se combattiamo con loro nella pianura, sarà visto se non li sconfiggiamo.

24 raggio, quindi, quindi: estrarre i re ciascuna delle sue posizioni e metti i capitani invece di loro.

25 E si forma un altro esercito come l’esercito che hai perso, cavallo a cavallo e auto per auto; Poi combatteremo con loro in campo, e vedremo se non li sconfiggiamo. E gli diede sentito, e lo ha fatto in quel modo.

26 Dopo un anno, Ben-Adad ha rivisto l’esercito siriano e venne ad Acon per combattere contro Israele.

27 I figli di Israele sono stati anche ispezionati e prendendo provvedimenti sono andati a incontrarli; E i figli di Israele si accampartevano di fronte a loro come due greggi di capre, ei siriani riempivano la terra.

28 è arrivato allora l’uomo di Dio al re di Israele, e gli ha parlato di dire: “Disse Geova,” disse i siriani: Geova è Dio dei Monte, e non Dio delle Valli, Io. Consegnerò tutta questa grande folla nella tua mano, quindi sai che sono Geova.

29 sette giorni sono stati accampati alcuni di fronte agli altri, e la battaglia fu data al settimo giorno; E i figli d’Israele hanno ucciso i siriani in un solo giorno centomila uomini a piedi.

30 altri fuggiti a ACI, in città; E il muro cadde su ventisettemila uomini che erano rimasti. Ben-Adad è arrivato anche a fuggire dalla città e si nascose dalla stanza della camera.

31 Poi i suoi servi gli hanno detto: Ecco, abbiamo sentito parlare dei re della casa d’Israele, che sono i re clementes; Diciamo, ora, ora cilicio sui nostri lombi e corde sui nostri collo, e andiamo al re di Israele, per vedere se per Ventura ti salva la vita.

32 bagnato, quindi, i suoi lombi con Cilicio, e Sogos i suoi collo, e venne al re di Israele e gli dissero: il tuo servo Ben-Adad dice: Ti prego di vivere la mia anima. E rispose: se vive ancora, mio fratello è.

33 Questo ha preso quegli uomini per buoni presagioni, e si affrettò a prendere la parola dalla sua bocca, e dissero: Tuo fratello Ben-Adad vive. E ha detto: ID e Traredle. Ben-Adad si presentò poi ad Achab, e lo fece salire in una macchina.

34 E Ben-Adad gli disse: le città che mio padre prendeva il tuo, li ripristinerò; E fai piazze a Damasco per te, come mio padre li ha fatti in Samaria. E io, ho detto Achab, ti lascerò iniziare con questa pattunza. Lo ha fatto, poi, coperto da lui, e lascialo andare.

35 Poi un maschio dei figli dei profeti disse al suo partner dalla Parola di Dio: Ciao ora. Ma l’altro non voleva ferirlo.

36 Ha detto: perché non hai obbedito alla Parola di Geova, Ecco, quando ti allontani da me, ferirai un leone. E quando si allontanò da lui, trovò un leone e lo uccise.

37 poi ha incontrato un altro uomo, e ha detto: Hiereme ora. E l’uomo lo colpì, e fece una ferita.

38 E il Profeta a sinistra, e ha messo davanti al re sulla strada, e camuffò, mettendo gli occhi.

39 E quando il re passò, diede le voci del re, e disse: il tuo servo è uscito nel mezzo della battaglia; Ed ecco, si avvicinò a un soldato e mi ha portato un uomo, dicendomi: mantiene quest’uomo, e se fosse venuto a correre, la tua vita sarà per la tua, o pagherai un talento d’argento.

40 E mentre il tuo servo era occupato in uno e qualcos’altro, l’uomo è scomparso.Allora il re di Israele gli disse: questa sarà la tua frase; L’hai pronunciato.

41 Ma si tolse all’improvviso la benda sui suoi occhi, e il re d’Israele sapeva che era dai profeti.

42 E gli disse: Così, Geova ha detto: A causa dell’uomo del mio anatema, la tua vita sarà vicino alla tua, e il tuo popolo per il tuo.

43 E il re di Israele andò nella sua casa triste e arrabbiata, e arrivò a Samaria.

Note a piè di pagina

  1. 1 re 20:32 o, vivi ancora? È mio fratello.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *